Il Comune caccia gli ambulanti dal centro storico: stop ai venditori di piazza Duomo

Immagine generica

Immagine generica

NOLA- Stop agli ambulanti nel centro storico di Nola. I venditori ambulanti vengono cacciati dal “tempio” della parte più antica della città, il suo cuore. Lo ha stabilito il Comune che ha disposto il divieto per gli ambulanti di ‘presidiare’ alcune strade e piazze, soprattutto in prossimità di chiese e di antichi palazzi. Nella mappa del divieto finiscono anche le zone della Movida  (piazzetta “Immacolata” , per esempio) e le piazze (da piazza Duomo a piazza Giordano Bruno, da Piazza Collegio a piazza Umberto, fino a piazza M.C. Marcello). Incluso nella nuova geografia del commercio ambulante è corso Vitale, insieme a via Morelli e Silvati, via Principe di Napoli, vico Santa Chiara, via San Felice, via Fellecchia, via De Notaris, via Ciccone, via Giordano Bruno, via De Lucia, via Flora.

Il provvedimento del Comune si rifà al regolamento sull’occupazione del suolo pubblico che prevede all’articolo 2 che non possono ricadere nel “perimetro” di delimitazione della zona a traffico limitato. Ma è soprattutto una strategia per evitare, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale, il proliferare di venditori di palloncini e altre amenità soprattutto nei pressi del Duomo. Di fatto questa ordinanza ‘confina’ il commercio ambulante alla zona che già ospita il mercato settimanale, le fiere periodiche e le giostre, ovvero Piazza D’Armi. L’ordinanza è derogabile in occasione delle feste di San Felice e del Giugno Nolano, o in coincidenza con altri eventi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online