Lace top 4

Nel nome di Ottaviano Augusto Nola celebra il Bimillenario gemellandosi con Velletri

La statua di Ottaviano Augusto a Nola

La statua di Ottaviano Augusto a Nola

NOLA- Originario di Velletri, morto nei pressi di Nola. Mini biografia di un personaggio storico entrato nel mito. Era Ottaviano Augusto, del quale quest’anno si celebra il ‘bimillenario’ dalla morte. Un anniversario per il quale si sta scrivendo e facendo molto, dalle mostre ai libri, e al quale anche la città di Nola, nei cui pressi l’imperatore morì secondo gli storiografi del tempo, dedica alcune iniziative.

Tra quelle già in porto c’è il gemellaggio- avviato l’anno scorso- con il comune di Velletri, cittadina laziale di cui la famiglia di Ottaviano Augusto era originaria per parte di padre. L’accordo preliminare tra i due enti, quello campano e quello laziale, è stato siglato lo scorso 28 settembre. I comuni vogliono suggellare l’amicizia nel nome di Ottaviano Augusto  con questa partnership atta a  “favorire l’interscambio di conoscenza sulla storia millenaria delle due Città, con particolare riferimento alla vita di Cesare Ottaviano Augusto ed ai contesti storici in cui dimorò nelle due Città”. L’amicizia tra Nola e Velletri si è già cementata lo scorso giugno, quando una foltissima delegazione della cittadina dei Castelli Romani fu ospitata in occasione della festa dei gigli, accolta calorosamente. Il gemellaggio è stato ufficializzato dalla Giunta Biancardi con delibera lo scorso 13 febbraio, su proposta dell’assessore ai Beni culturali Cinzia Trinchese.

La firma dell'accordo tra Nola e Velletri

La firma dell’accordo tra Nola e Velletri

Il programma culturale denominato Augusto2014 prevede una fitta attività di scambi culturali tra le due comunità. Per Velletri questo sarà un anno estremamente importante, tutto dedicato alla figura dell’illustre cittadino. Mostre, conferenze, incontri didattici e presentazioni di libri saranno il cuore del Bimillenario che dovrà, nelle intenzioni dell’amministrazione guidata dal sindaco Servadio, anche essere occasione di rilancio delle bellezze archeologiche e culturali della città. In programma anche le “Notti Augustee”.

 







Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com