Virtus Cicciano, la carica di Ioime: “Gruppo unito per un girone di ritorno super”

di Saverio Quatrano

CAMPOSANO – La Virtus Cicciano ha concluso il suo girone d’andata del campionato di serie D al terzo posto,in piena zona play off.  Nell’ultima gara di campionato con la Palmira’s , Salvatore Ioime, attualmente vice-allenatore di mister Nello Lauro e protagonista con la Virtus della vittoria del campionato di serie D nella stagione 2011/2012, ha debuttato nuovamente come calciatore. Ad inizio anno Ioime ha intrapreso la sua   nuova carriera da vice-allenatore, ma su richiesta di mister Nello Lauro, è ritornato a dare il suo contributo da calciatore.  La scelta  non è stata dettata da nessun ripensamento sul suo ruolo di allenatore in seconda, ed è lo stesso calciatore virtusiano a confermalo : “Il ruolo di vice-allentaore rimane, sono tornato a fare il calciatore per dare una mano alla squadra”.

La domanda può essere scontata, ma è obbligatoria . Come mai hai deciso di ritornare a fare il calciatore? Il ruolo di vice-allenatore ti andava stretto, o ci sono state altre problematiche?

“Sono tornato a fare il calciatore soprattutto per dare una mano alla squadra. Un contributo prettamente numerico. Sono stato fermo per alcuni mesi e ora sono due settimane che mi sono allenato. Il ruolo di vice rimane : speriamo di fare solo un buon girone di ritorno. Quello è il nostro intento.”

Dopo l’ultima  trasferta della Virtus,la società ha deciso di adoperare una rivoluzione d’organico. Come hai vissuto questa situazione, tu che sei ormai una bandiera della Virtus?

“La rivoluzione era obbligata, c’erano diverse cose in sospeso. L’importante è chiarirsi sempre. Ora è tornato il sereno : la squadra si allena sempre. Non è facile avere un gruppo di dieci persone e disputare un campionato. Ci sono diverse divergenze, ma tutto sommato abbiamo chiuso il girone d’andata con un buon bottino”.

Il girone d’andata è terminato con la Virtus in piena zona play off.  L’obiettivo della Virtus è raggiungere la zona play off?

“Sicuramente . Non ci poniamo limiti, siamo una squadra giovane. Giochiamo partita  per partita, ma credo che i play off siano alla nostra portata. Dobbiamo stringere i denti la squadra c’è. Poi se stanno  in forma Ciro Caliendo e Arvonio Nicola…”

Ti sei prefissato un numero di gol da realizzare?

“Ho tanta voglia di aiutare la squadra. Segnare davvero non è importante. Vogliamo aspirare al massimo. Abbiamo buone intenzioni. Voglio solo aiutare la squadra a far bene,ora pensiamo al Capri : vogliamo ripartire vincendo. Poi pensiamo alla prossima e cosi via  : lavorando settimanalmente insieme possiamo arrivare a traguardi impensabili . Rispettiamo tutte le squadre, ma non abbiamo paura di nessuno”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online