Cadavere carbonizzato, si indaga sulle ultime ore della vittima

La vittima

La vittima

CASAMARCIANO- Indagini senza sosta per risalire al movente ed agli autori dell’efferato delitto di via Trivio. I carabinieri della Compagnia di Nola, diretta dal capitano Michele Capurso, analizzano ogni aspetto della vicenda, dai particolari privati della vita della vittima, il 73enne ex fabbro di San Paolo Bel Sito Felice Paduano, ai suoi interessi collaterali.

Le piste seguite dagli inquirenti sono due: una è quella passionale, l’altra quella della rapina finita in tragedia. Moventi che si intrecciano. L’auto aveva i sediolini reclinati, sul posto sarebbero stati recuperati alcuni bicchierini di plastica, la zona in cui è stata trovata la vettura- Quaranta moggi- è isolata ed utilizzata di solito per incontri clandestini. Ogni particolare racconta di un incontro forse con una donna finito nel dramma. Tra le ipotesi al vaglio, quella della rapina con narcotico seguita dal malore del 73enne e poi dalla morte. L’incendio sarebbe servito ad eliminare le tracce e a depistare le indagini.

Mentre si cerca di ricostruire spostamenti e conoscenze recenti della vittima, oggi sarà conferito l’incarico per lo svolgimento dell’esame autoptico sui poveri resti: un cranio ed una scapola scampati alla furia delle fiamme.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online