Elezioni 2014 a Nola, Ncd molla i centristi: facce vecchie e scelte dall’alto. Via a confronti con Biancardi

ncd3NOLA- Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa cosa lascia ma non sa cosa trova. L’adagio popolare è utile per spiegare l’attuale posizione di Nuovo centro destra. Dopo essersi confrontati con i centristi, che ormai hanno deciso per partecipare con una propria coalizione alle elezioni di maggio, gli alfaniani nolani hanno deciso di uscire dal tavolo di confronto dei moderati sulla base di un semplice ragionamento: i centristi (’Unione di Centro, Fratelli d’Italia AN, Centro Democratico, Nuovo PSI e le liste civiche Rinascita Nolana e Il Campanile) propongono una candidatura a sindaco che a Ncd non piace perché non discontinua rispetto al passato: o Paolino Santaniello o Carmela Scala, per fare dei nomi. Inoltre sarebbe in corso una diaspora in Forza Italia che porterebbe nella coalizione di centro i trasfughi dalla maggioranza Biancardi. “A che serve andare con il centro se poi ci ritroviamo scelte calate dall’alto e vecchie guardie?” si sono detti gli esponenti di Ncd che dunque hanno optato per restare alleati di Biancardi. Se i prossimi incontri con i berlusconiani non daranno l’esito sperato, anche la strada in solitaria sarà percorribile.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online