Parco urbano, gli alunni di Nola daranno un nome all’ex area Carducci

municipionola1NOLA- Saranno gli alunni dei quattro istituti superiori della città a decidere a chi saranno intitolati il parco urbano ed il centro servizi in fase di ultimazione nell’ex area Carducci in via La Rocca.  La decisione è stata presa nel corso di un incontro convocato dal sindaco Geremia Biancardi, cui hanno partecipato i dirigenti scolastici delle scuole superiori nolane, la responsabile del Museo DiocesanoTonia Solpietro e per la Soprintendenza Archeologica Nicola Castaldo. In particolare, saranno proprio Solpietro e Castaldo a proporre agli studenti un ventaglio di ipotesi, legate alla storia dei luoghi, per l’individuazione e la scelta dei nomi, che sarà effettuata, molto presumibilmente, attraverso un referendum. All’interno del parco urbano, infatti, c’è anche un percorso archeologico che comprende ritrovamenti di varie epoche, in particolare la cinta muraria vicereale risalente alla metà del XVI secolo, progettata presumibilmente da Pirro Aloisio Scrivà, l’architetto spagnolo del vicerè di Napoli, Don Pedro de Toledo. L’ex area Carducci, inoltre, secondo la tavola di Ambrogio Leone, è collocata all’interno della “regio cortefellana”, dove erano ubicati i palazzi della nobiltà nolana (Caracciolo, Di Capua, Mastrilli) e la torre di S.Spirito con annessa chiesetta, poi inglobata nel vicino monastero, trasformato in carcere mandamentale e da poco restaurato. “L’intento dell’amministrazione – ha dichiarato il sindaco Biancardi – è quello di far conoscere, attraverso la partecipazione attiva dei giovani, la storia e le personalità di rilievo della città. Per questo saranno loro a scegliere, oggi, a chi sarà intitolato il nuovo parco urbano ed il centro servizi e domani, anche strade, piazze e strutture pubbliche”.   Il nuovo parco urbano copre una superficie di oltre 2.000 metri quadrati e comprende un centro servizi coperto, un’area all’aperto per eventi, il parco archeologico ed un’area parcheggio con una capienza di un centinaio di autovetture.

La consegna del primo lotto, che comprende il centro servizi coperto e l’area perimetrale, è prevista per la fine del mese di aprile.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online