Baiano

Baiano durante un allagamento

di Bianca Bianco (Il Mattino)

AVELLA- Cinque milioni di euro per il sistema fognario di Baiano ed Avella. Una pioggia di fondi per rimettere in sesto le condotte “colabrodo” del territorio messe fuori uso ad ogni temporale. Con i finanziamenti distribuiti dalla Regione Campania le due cittadine del Baianese potranno riqualificare il reticolo e, come nel caso della frazione Purgatorio di Avella, costruire ex novo le fogne laddove mancano.
Nel rione, ultimo lembo d’Irpinia prima della Provincia di Napoli, l’impianto fognario è inesistente, finora i cittadini hanno sopperito con i pozzi alla mancanza di allacci e questa opera costituirà una svolta storica dopo decenni di disagi. Anche per Baiano si tratta di un investimento importante che consentirà di riqualificare tutti i tratti del collettore sull’intero territorio.
I fondi sono stati distribuiti dall’ente regionale sulla base dei progetti presentati dalle amministrazioni comunali che hanno partecipato ai bandi per l’accelerazione della spesa. Sono somme ottenute dai Por Fesr 2007-2013, ultima chance concessa ai Comuni per mettere mano ad opere pubbliche fondamentali. Sia Baiano che Avella hanno puntato sulla riqualificazione dell’impianto fognario, ed i loro progetti sono stati considerati coerenti dal nucleo di valutazione. A Baiano spettano 3 milioni di euro che verranno utilizzati per le fognature di tutto il territorio: “Un traguardo che si tradurrà in maggiore vivibilità per il paese- spiega il sindaco Enrico Montanaro-. L’opera di risanamento della rete fognaria interesserà tutti i quartieri, ed un tratto di circa un chilometro sarà costruito ex novo”. Il risanamento, spiega il primo cittadino, servirà soprattutto a risolvere la piaga degli allagamenti, puntuale ad ogni temporale: “Una soluzione radicale all’emergenza causata da impianti che non reggono alle forti piogge”. Soluzione radicale anche ad Avella, dove in alcune zone mancavano del tutto le condutture. Il progetto dell’amministrazione guidata da Domenico Biancardi è stato finanziato con due milioni di euro ed interesserà la frazione Purgatorio, via Sant’Angelo, via San Francesco, via Tombe Romane, via San Nazzaro.  Prevista anche la costruzione del collettore di scarico che si congiunge a quello di Tufino. “Finalmente- spiega il primo cittadino- siamo riusciti, approfittando della opportunità offerta dalla Regione, a portare le fognature in quartieri dimenticati dalle precedenti amministrazioni. Nei prossimi giorni partirà il bando di gara che, nel nostro caso, prevede la presentazione da parte delle ditte partecipanti di un progetto migliorativo”. Sia per Baiano che per Avella, come per tutti i Comuni che hanno ricevuto stanziamenti, l’unico stringente vincolo è quello cronologico: le opere dovranno essere tassativamente  completate entro il 2015.