A Cimitile la via dolorosa, 150 figuranti per la rappresentazione del Martirio di Cristo

70x100-page-001CIMITILE- La Sacra Rappresentazione Vivente della Passione e Morte di Nostro Signore, arrivata quest’anno alla 24^ edizione, composta da più di 150 figuranti, ripropone ogni anno in occasione del Venerdì Santo gli ultimi momenti della vita di Nostro Signore Gesù Cristo, tenendo conto di quanto scritto nei Vangeli. Diverse le scene che rappresentano il Martirio di Cristo e riproposti con grande pathos e attenzione alla ricostruzione storica e religiosa: dall’entrata di Gesù a Gerusalemme alla deposizione tra le braccia della Madre.

Quest’anno l’appuntamento è per  il 18 aprile, Venerdì Santo, a partire dalle ore 8 del mattino con l’arrivo a Cimitile dei pellegrini di Marzano di Nola, detti “Marzanesi” che, percorrendo il tragitto della via dolorosa di Gesù, preparano gli animi degli abitanti di Cimitile con delle “laude” che rievocano i lamenti di Gesù sulla Croce, fino ad arrivare nel luogo dove la sera, dopo la Sacra Rappresentazione, verrà deposto l’effige di Gesù morto.

Alle ore 19 nello spiazzale antistante la Chiesa del Carmine a Cimitile ha inizio la Sacra Rappresentazione vivente che si snoda per le principali arterie della cittadina, chiamata via dolorosa, con soste, per mettere in atto le scene degli ultimi momenti della Vita di Gesù. Il culmine  ha luogo nel suggestivo  scenario del Complesso Basilicale Paleocristiano, dove, dopo la Crocifissione e la deposizione di Gesù dalla Croce, ha inizio la venerazione dell’Effige di Gesù Morto fino a tarda notte nei “Sepolcri in Fiore” a cura della Pro Loco.

Print Friendly, PDF & Email