La ditta lo fa passare da autista a spazzino, a Nola lavoratore furioso incendia furgone per la raccolta rifiuti

Immagine generica,fonte Internet

Immagine generica,fonte Internet

NOLA- Declassato da autista a spazzino, operaio dà fuoco a furgone della nettezza urbana parcheggiato presso l’isola ecologica lungo la Statale 7 bis. Come racconta il Mattino, l’uomo, un 33enne di Nola domiciliato a Tufino, svolgeva fino a qualche tempo fa la mansione di autista per la società che si occupa di raccolta rifiuti a Nola. E’ stato poi trasferito ad un altro servizio, quello di operatore ecologico. Un cambiamento che non è andato giù al lavoratore che, furioso per il dimensionamento da lui considerato degradante, ha appiccato il fuoco all’alba ad un furgone della ditta usando un litro e mezzo di benzina. Il furgone, un Iveco biancoi, è stato completamente distrutto dalle fiamme.

Il rogo è stato denunciato dall’azienda, che così ha attivato le indagini dei carabinieri. I militari hanno interrogato tutti i dipendenti della ditta, compreso l’autore del misfatto che quel giorno si era messo in ferie. A tradirlo è stato il volto: sulla faccia portava evidenti segni di scottature, che lui ha provato a giustificare dicendo che si era ustionato usando il barbecue. Sarebbero quei segni, invece, la testimonianza che aveva appiccato le fiamme al furgone per vendetta. Il 33enne è stato quindi denunciato.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online