Cinque per mille, i cittadini del Nolano tirchi coi loro Comuni: donati appena 6mila euro per il sociale

dichiarazioniredditoSAVIANO- Pochi spiccioli per le politiche sociali dei Comuni del Nolano. I cittadini dell’Agro nel 2012 hanno destinato davvero pochi euro alle attività sociali dei propri enti sfruttando il cosiddetto 5 per 1000. Solo Saviano si distingue, sebbene le somme siano comune irrisorie: qui sono stati 100 i cittadini che hanno deciso di destinare una quota del proprio reddito alle politiche sociali dell’ente, facendo incassare al Comune 1608, 03 euro. Appena 6,42 sono stati incassati a Comiziano.

Nei dodici paesi dell’area nolana, poco meno di 6mila euro sono stati elargiti attraverso le dichiarazioni dei redditi dai cittadini alle proprie amministrazioni. I dati sono stati pubblicati dall’Agenzia delle entrate, che ha dato conto delle donazioni di cinque per mille. Il cinque per mille, introdotto con la legge numero 266 del 2005, è la quota dell’imposta sul reddito che il contribuente può riservare ad associazioni di volontariato o Onlus, alla ricerca scientifica e universitaria, alla ricerca sanitaria e alle attività sociali dei Comuni.  E’ stata prevista in aggiunta all’8 per mille destinato invece alle confessioni religiose. In Italia nel solo 2012 ci sono stati 17milioni di contribuenti che hanno destinato il 5 per 1000, con una predominanza (11milioni) di chi ha optato per il volontariato: l’associazione che maggiormente ha beneficiato delle elargizioni è Emergency. Molto meno quelli che hanno devoluto la loro quota ai Comuni.

L’area nolana in particolare si mostra molto ‘tirata’. A Nola, la città più grande del comprensorio, sono state appena 76 le persone che hanno destinato il 5 per 1000 alle attività sociali comunali, mentre sono stati 100 i savianesi che hanno pensato di destinare la quota all’ente (per un totale di 1608, 03 euro). L’altro grande Comune, Cicciano, ha avuto un risultato molto scarso: 26 contribuenti per un totale di 541, 39 euro. Nei piccoli centri, che pure potrebbero avere un po’ di ossigeno dagli aiuti dei cittadini, visti i tagli al sociale applicati a livello regionale e nazionale, si va malissimo nel Nolano. Camposano racimola dal 5 per 1000 appena 197,53 euro, Liveri 187, 84, Tufino 223, 68, Visciano 79, 24 euro. Va molto meglio Roccarainola, che ottiene 803 euro, 11: qui 51 persone hanno usato il 5 per 1000 per il loro paese. Cimitile ha ottenuto appena 373, 58 euro e Casa,arciano 532, 06.

Non va meglio nel Baianese, dove il Comune in cui i cittadini sono stati più “generosi” è Sperone che ottiene dal 5 per 1000 ben 1296, 35 euro: 100 persone hanno scelto di donare alle attività sociali comunali. Lo stesso numero di Saviano, che però ha quasi diecimila abitanti in più ed un numero superiore di contribuenti. Ad Avella arrivano solo 351, 09 euro dai 23 donatori, a Baiano 585, 80 euro da 27 cittadini, a Mugnano 380, 55 euro da parte di 11 contribuenti, a Sirignano 167, 24 euro da otto persone. A Quadrelle si potranno pagare dodici caffè con il ricavate del cinque per mille: 12, 21 euro perché le donazioni sono arrivate da appena due persone.

 

Ecco la mappa completa per l’area nolana:

CAMPOSANO   197, 53 euro (13 donatori)

CASAMARCIANO 532, 06 euro (14 donatori)

CICCIANO 541, 39 euro (26 donatori

CIMITILE 373, 58 euro (26 donatori)

COMIZIANO 6,42 euro (2 donatori)

LIVERI 187, 84 euro (13 donatori)

NOLA 1415, 10 euro (76 donatori)

ROCCARAINOLA  803, 11 euro (51 donatori)

SAVIANO 1608, 03 (106 donatori)

TUFINO 223, 68 euro (9 donatori)

VISCIANO 79, 24 euro (5 donatori)

 

Mandamento Baianese

AVELLA 351, 09 euro (23 donatori)

BAIANO 585, 80 euro (27 donatori)

MUGNANO DEL CARDINALE 380, 55 euro (11 donatori)

QUADRELLE 12,21 euro (2 donatori)

SIRIGNANO 167, 24 euro (8 donatori)

SPERONE 1296, 35 euro (100 donatori)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online