Positiva all’alcol test, il giudice non la condanna perché la sera dei controlli faceva troppo freddo

Posto di blocco dei cc con etilometro (foto generica)

Posto di blocco dei cc con etilometro (foto generica)

Positiva all’alcoltest, “scagionata” dal giudice  perché la sera dei controlli faceva troppo freddo. Succede in provincia di Rovigo dove una 35enne nel dicembre del 2012 è incappata nel posto di controllo dei carabinieri. Sottoposta all’etilometro, risultò avere nel sangue un tasso alcolico superiore al minimo consentito. Per questo fu denunciata e la patente le fu ritirata. Dinanzi il giudice di pace però l’avvocato della donna ha dimostrato che la sera del controlli faceva molto freddo, la temperatura era di -2° e l’umidità vicina al 100%, elementi che avrebbero inficiato i risultati del test che funziona con una forbice di umidità dal 35 al 90% e con temperatura tra 0° e 45°. tesi accolta dal magistrato che ha archiviato il procedimento penale.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com