Ritorna il Maggio cimitilese, un mese di appuntamenti con la Proloco

10312006_10203713046770956_2037811076_n

di Carmela Iovino

CIMITILE- E’ sempre la cultura a farla da padrone nel Paese delle Basiliche Paleocristiane, che si prepara ad accogliere nuovamente l’ormai nota manifestazione culturale del “Maggio Cimitilese”, giunta quest’anno alla sua XXVIII edizione. “Anche quest’anno arriviamo a maggio pieni di entusiasmo ed iniziative” – spiega Maria Almavilla, Presidente della Pro loco Cimitile. E prosegue: “L’obiettivo che sin dall’anno scorso ci eravamo proposti era quello di non far sì che il Maggio cimitilese fosse solo un prodotto Pro loco, ma di tutte le associazioni del territorio, e a piccoli passi stiamo raggiungendo il nostro scopo; il programma di quest’anno, infatti, è stato arricchito non solo dalle nostre iniziative ma anche da quelle di altre associazioni presenti sul territorio, e questo ci riempie di orgoglio”.

Un programma variopinto e denso di eventi quello prospettato per l’imminente kermesse culturale made in Cimitile, che si propone come scopo quello di accontentare ed entusiasmare i cittadini, cimitilesi e non, di tutte le fasce d’età. L’apertura è prevista per il prossimo 2 maggio, con le tre giornate di “Apriti Sesamo 2.0”, con visite guidate al Complesso Basilicale Paleocristiano. Una manifestazione, questa, che ricalca i passi di quella più famosa che negli anni ’90 diede grande visibilità ai monumenti dell’area nolana, resa nuovamente possibile grazie alla recente sinergia venutasi a creare negli ultimi mesi tra le Pro loco dell’area nolana e le varie associazioni culturali del territorio e alla collaborazione dell’Agenzia di Sviluppo dell’area nolana. Il 3 maggio, poi, nella Basilica di San Tommaso si terrà la presentazione del libro “Arti e artefici”, scritto dall’avvocato cimitilese Alessandro Dennetta, e, a seguire, la mostra fotografica “Arti e artefici, Cimitile che fu…”, che resterà aperta per tutto il mese.

Sabato 10 e sabato 17, invece, ci saranno gli incontri con le scuole, elementari e medie, per la II edizione della “Festa della creatività”, che quest’anno si soffermerà sull’importante tema dell’alimentazione. Premiati per l’occasione i migliori temi scritti dagli alunni locali sull’argomento. Ma accanto alla formazione e all’educazione, non mancherà per i più piccoli neanche il divertimento, con il “Villaggio dei Piccoli”, allestito nelle domeniche del mese in Piazza Conte Filo della Torre a cura dell’animazione locale “Hollywood”. Nella settimana centrale grande spazio sarà dato, inoltre, alle attività dell’Associazione religiosa “San Felice”, che, dopo il grande successo riscontrato nel 2007, riproporrà quest’anno, per il 17 e il 24 maggio, la seconda edizione di “Basiliche in fiore”, evento che riempirà il maestoso Complesso architettonico cimitilese di opere floreali realizzate dai migliori maestri floro-vivaisti della Campania.

Sempre a cura dell’Associazione “San Felice”, gli eventi realizzati in collaborazione con “Napoli cultural classic”: in particolare, il “Premio corto cultural” per il cinema d’autore e indipendente, che si terrà sabato 17 alle 20.30 nelle Basiliche, e la premiazione “Cultural Classic 2014” per gli artisti e studiosi distintisi nel 2013, che si svolgerà, invece, sabato 24 maggio, sempre nel complesso basilicale. Non mancherà, poi, neanche l’aspetto religioso, con il percorso di fede sotto la guida di Don Pasquale D’Onofrio, che mercoledì 14 alle 19.00, presso la Casa comunale, concluderà l’itinerario spirituale “Nei segni e nelle parole” con l’ultimo incontro, “Il nodo di Salomone”, e la mostra di scultura e pittura a tema sacro, curata dall’Associazione San Felice, allestita la mattina del 18. Particolare attenzione sarà riservata, poi, ovviamente, allo studio e alla cultura, con la “Presentazione degli atti della XXI e XXII settimana della cultura scientifica e tecnologica del Miur” (19 maggio, ore 19:00) e i laboratori didattici con studenti delle scuole dell’area nolana su fusione e restauro del bronzo e arte decorativa (19-20-21 maggio). E per non scontentare proprio nessun campo dell’arte e della cultura, domenica 25 maggio, nell’incantevole scenario dei Giardini di Villa Forte, ci sarà spazio anche per la musica classica napoletana, con “Napoli Amore mio”, un concerto a cura dell’Associazione musicale “Sgambati”. Il compito di chiudere il sipario sull’importante manifestazione culturale, infine, sarà dato al tradizionale “Patata fest” cimitilese, quest’anno in collaborazione con i giovani del “Cimitile Rock fest”, eventi previsti per le serate di venerdì 30 e sabato 31. “Come sempre abbiamo cercato di dare spazio a tutte le fasce di età, programmando eventi che possano animare il paese”, sottolinea la Presidente Maria Almavilla. E conclude: “Crediamo nella collaborazione e nelle sinergie e lavoreremo sempre in questa direzione”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com