Scandalo cimitero a Cicciano, Covone si dimette, Marino sospeso: in Consiglio entrano Ardolino e Casoria

Nello Lauro  (Il Mattino)

CICCIANO-  Dieci minuti complessivi. Tanto sono durati  gli interrogatori di garanzia di Giovanni Marino e Teresa Covone, comparsi ieri mattina dinanzi il gip della Procura della Repubblica di Nola Paola Borrelli. Giovanni Marino, che martedì aveva lasciato la carica di assessore, ha deciso di avvalersi della facoltà di non rispondere. Teresa Covone ha invece deciso di rendere spontanee dichiarazioni per spiegare la propria versione dei fatti. Covone che ieri aveva  rimesso le deleghe ai servizi cimiteriali ha rassegnato anche le dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Marino e Covone sono attualmente agli arresti domiciliari, ma i rispettivi difensori hanno presentato istanza per la remissione in libertà: entro i prossimi 5 giorni ci sarà la decisione del giudice per le indagini preliminari. Nel pomeriggio dalla prefettura è arrivata la sospensione ufficiale per il consigliere Giovanni Marino. Dimissioni e sospensione che porteranno alla surroga e alla sostituzione di Marino e Covone con Antonio Ardolino e Antonio Casoria che saranno presenti alla seduta alla prossima seduta di consiglio comunale programmata per il 6 maggio data che dovrebbe essere confermata nella conferenza dei capigruppo convocata per domani sera.  

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com