Germania-Ghana 2-2: Klose infinito ma non basta contro un Ghana mai domo

di Domenico Silvestro (Maidirecalcio.com)

La Germania si aspettava una passerella dopo aver superato agevolmente lo scoglio più duro del girone, ma vista questa partita Low avrebbe di sicuro scelto di dosare le forze contro il Portogallo. Il Ghana si difende in maniera ordinata e riparte con velocità e precisione, mettendo in difficoltà la lenta difesa tedesca; dall’altra parte l’infinita classe del centrocampo e dell’attacco di Low non può che portare al gol: ne viene fuori una partita bellissima e spettacolare, che va vista e rivista più volte per rimediare a match indegni più volte osservati in questa competizione. La Germania rimane favorita per la prima posizione nel girone ma il Ghana si espone prepotentemente nel poter dire la sua fino alla fine, sperando in risultati vantaggiosi negli altri match.

Il Ghana è un osso più duro del previsto-  Il match parte come da previsione con un chiaro possesso palla tedesco, ma gli africani sono schierati in campo molto bene e non lasciano molti spazi alle penetrazioni degli avversari. Il Ghana, oltre a difendersi bene, non resta a guardare e prova in un paio di occasioni ad impensierire la retroguardia tedesca con incursioni dell’esterno Atsu, che riesce ad arrivare sul fondo sfruttando l’ottima intesa con il terzino Afful. Con il tempo la superiore classe della Germania viene fuori e le verticalizzazioni di Lahm e Kroos imbeccano più volte Ozil, forse il migliore dei suoi, alle spalle del pur ottimo Asamoah. Al giocatore dell’Arsenal manca però la giocata finale in area di rigore ed i suoi passaggi per Thomas Muller vengono puntualmente sventati dai due difensori centrali ghanesi. Paradossalmente il primo tiro in porta è opera del Ghana, con Atsu che scalda i guantoni a Neuer. Dall’altra parte la Germania spinge ancora e Kroos si vede respingere in area un buon tiro creato da un’invenzione di tacco di Muller, ma sono ancora una volta gli africani a rendersi pericolosi con una conclusione dalla distanza di Muntari. Ci provano ancora Gotze e Muller ma la difesa ghanese regge e gli africani possono andare a riposo orgogliosi per aver giocato quasi alla pari con gli stra-favoriti tedeschi.

Gol e spettacolo, pareggio giusto- Si riparte e la partita si vivacizza subito per merito dei due giocatori “assenti ingiustificati” del primo tempo. Muller si libera sulla destra, crossa in mezzo ed imbecca tutto solo Gotze che, seppur goffamente, mette la palla in rete portando in vantaggio i suoi. I tedeschi esultano ma mai allentare la tensione con questo Ghana: Afful si propone e mette dentro un cross perfetto, impattato di testa da Andrè Ayew che riporta il risultato sul pari. I tedeschi sembrano scossi e ne approfittano gli africani, che ripartono spesso con buon ritmo e sembrano fisicamente più in palla dei loro avversari. A centrocampo la Germania sembra essere meno precisa rispetto al primo tempo e Muntari ne approfitta: il giocatore del Milan legge un passaggio di Lahm e lancia in campo aperto Gyan, che è freddo come al solito e batte Neuer in uscita. Low deve recuperare e decide di effettuare due cambi decisivi: dentro Schweinsteiger e Klose per Gotze e Kedira. Il mediano del Bayern Monaco prende per mano il centrocampo, dà vita subito ad un paio di azioni offensive e si inserisce guadagnando un corner. Sugli sviluppi dell’angolo la Germania si riporta in pareggio: Howedes spizza di testa e sulla linea di porta è pronto il solito Klose. 15esimo gol, in rete per il quarto mondiale consecutivo e raggiunto il record di Ronaldo: Klose non ha limiti e non sembra volersi fermare. La partita diventa bellissima con squadre lunghe ed occasioni da ambo le parti: i due portieri salvano su tiri dalla distanza e ravvicinati, Schweinsteiger è il migliore dei suoi da un lato mentre dall’altro è Mensah ad alzare il muro sulle ondate tedesche che si riversano nell’area di rigore ghanese. Nè la classe della Germania nè la velocità degli africani riescono a sbloccare un match divertente e giocato al massimo da entrambe le squadre, con un pareggio che risulta essere il risultato più giusto per quanto visto nei 90′ di gioco.

Germania-Ghana 2-2 (Gotze, A. Ayew, Gyan, Klose)
Germania (4-2-3-1): Neuer 6.5, Howedes 6.5, Hummels 6, Mertesacker 5.5, Boateng 5.5 (Mustafi 5), Khedira 5.5 (Schweinsteiger 7), Lahm 6 (c), Kroos 6.5, Ozil 6.5, Muller 6, Gotze 6.5 (Klose 7)Ghana (4-2-3-1): Dauda 6.5, Afful 7, Boye 6, Mensah 7, Asamoah 7, Rabiu 5.5 (Badu s.v), Muntari 6.5, Atsu 6.5 (Wakaso s.v.), Boateng 5 (J. Ayew 6), A Ayew 6.5, Gyan 6.5 (c)

 

Migliore in campo KLOSE 7: Nomination alla carriera più che alla prestazione. Low lo convoca ma non per farlo giocare titolare: la sua esperienza può essere utile a partita in corso nel momento del bisogno. Detto, fatto: Germania che perde 2 a 1, lui entra e mette le cose in ordine. Raggiunge Ronaldo nella classifica dei migliori goleador dei Mondiali e segna nel suo 4 Mondiale di fila: e chi lo ferma più?

fonte: https://www.maidirecalcio.com/2014/06/21/germania-ghana-2-2-klose-infinito-ma-non-basta-contro-un-ghana-mai-domo.html#.U6X5-JR_vK0

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online