Sesso di gruppo con teen agers, nella rete anti-pedofili anche un insospettabile di Baiano

pedofilia4-400x300BAIANO- (di Bianca Bianco- Il Mattino)  Un insospettabile 56enne residente a Baiano, incensurato, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Salerno nel corso di una operazione che ha sgominato un giro di prostituzione minorile nell’agro nocerino- sarnese. L’uomo, del quale non è stata resa nota l’identità, è una persona apparentemente normale e senza macchia, un lavoratore come tanti che però, secondo le indagini dell’Arma, aveva l’insana abitudine di richiedere rapporti sessuali a dei ragazzini. La sua torbida passione per gli adolescenti lo avrebbe spinto a cliccare più volte su un sito internet per selezionare annunci a luci rosse pubblicati da teen agers e poi incontrarsi con loro per consumare prestazioni sessuali a tariffa fissa, in auto o in uno squallido prefabbricato nel Salernitano. Il cinquantaseienne di Baiano è finito agli arresti domiciliari con l’accusa di avere compiuto atti sessuali con minori; la misura cautelare dei domiciliari è stata imposta ad altre tre persone, pure loro clienti di squillo e gigolò minorenni i cui affari erano gestiti da un cinquantenne della Provincia di Salerno che invece è finito in cella  accusato di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione minorile.  Nei confronti di altri due clienti è scattata la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. L’operazione dei carabinieri di Salerno è partita dal monitoraggio di un sito internet che favorisce gli incontri, un portale on line gratuito su cui è possibile da tutta Italia pubblicare i propri annunci nei quali, come nel caso in questione, si possono anche proporre prestazioni sessuali. Tra quanti mettevano in Rete le loro ‘offerte’ c’erano, secondo la ricostruzione degli inquirenti, coordinati dalla Procura di Salerno, pure sette ragazzini dai quindici ai diciassette anni, tutti residenti in comuni dell’agro nocerino- sarnese: quattro ragazzi e tre ragazze italiani e appartenenti a famiglie normali, legati da rapporti di amicizia e che, hanno spiegato i carabinieri nel corso di una conferenza stampa, in questo modo arrotondavano la paghetta mensile: si prostituivano per comprare jeans ed occhiali firmati. Alcuni di loro si sarebbero fatti convincere a entrare nel giro dei “ragazzi di vita” per mero spirito di emulazione dei compagni di comitiva. Un retroscena inquietante, nel quale la figura dell’adulto senza scrupoli, che gestiva i loro incontri, era rappresentata dal cinquantenne salernitano che  metteva a disposizione un immobile di sua proprietà, un prefabbricato, per gli incontri pretendendo in cambio una pigione di 30 euro a prestazione. I clienti selezionavano gli annunci sulla bacheca virtuale, visionavano il tipo di prestazioni che i ragazzi proponevano e poi si mettevano in contatto via mail. Successivamente l’accordo su luogo e prezzo avveniva telefonicamente. I giovanissimi avevano  un tariffario fisso che andava dai 40 ai 200 euro a seconda delle richieste dei loro clienti, che prevedevano anche il sesso di gruppo. Gli appuntamenti avvenivano poi in luoghi diversi. Alcuni raggiungevano i ragazzi in luoghi prestabiliti e poi consumavano in auto, altri affittavano camere d’albergo e ricevevano gli adolescenti riuscendo a non farli passare per la reception, altri ancora preferivano recarsi nel prefabbricato messo a disposizione dal lenone finito in manette. A sbalordire i carabinieri che sono riusciti a mettere fine al traffico, soprattutto l’assoluta normalità di baby prostituti e dei loro clienti, che non provenivano da ambienti degradati. Dopo settimane di delicate indagini, all’alba di ieri è scattata l’operazione che ha portato all’arresto di sei persone, tra cui il 56enne di Baiano, e ad una serie di perquisizioni nel corso delle quali è stato sequestrato materiale pornografico. L’inchiesta è solo alla prima fase, le verifiche dei carabinieri di Salerno si stanno allungando su altri presunti responsabili (clienti e favoreggiatori) in tutta la Campania.
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online