Alluvione e degrado alla Gescal di Cimitile, opposizione chiede Consiglio monotematico

gescalCIMITILE- (di Bianca Bianco) Un consiglio comunale monotematico ed urgente sul Rione Gescal. Una seduta aperta che possa essere partecipata dai cittadini e pomeridiana così da non escludere quanti lavorano. E’ la richiesta formulata dall’opposizione consiliare a Cimitile. Dopo le furenti polemiche nel corso dell’ultimo civico consesso che hanno visto protagonista il consigliere Massimo Scala, ex assessore ora passato tra i banchi dell’opposizione, lo stesso Scala, capogruppo di “Gente Nuova”,  ha chiesto coi colleghi di minoranza la convocazione della seduta consiliare. L’unico punto all’ordine del giorno è la condizione di degrado del popoloso rione Iacp che nel corso dell’ultima bomba d’acqua del 19 giugno ha pure subito ingenti danni. Tutt’oggi ci sono residenti che lamentano il persistere dei danni del nubifragio dinanzi le loro abitazioni, danni che sono stati importanti soprattutto nelle ore in cui la tempesta si è abbattuta sul Nolano con allagamenti dei viali del quartiere ed esondazione del canale dei regi lagni.  “Ma non è la prima volta che sottolineo lo stato di degrado del Rione Iacp- spiega Scala- che anzi è stato tra i motivi del mio allontanamento dalla maggioranza come scrissi nella mia lettera di dimissioni del gennaio 2013”. I guasti del maltempo hanno solo reso necessario una discussione collegiale, spiega Scala: “Per l’amministrazione il Rione è sempre stato un corpo estraneo, i suoi abitanti hanno sempre dovuto elemosinare diritti. Poi nei giorni dell’alluvione i consiglieri si presentano nel quartiere dopo anni di assenze e mancanze. Lo trovo assurdo. La Gescal è una parte del paese, i suoi problemi vanno affrontati sempre, la presenza di una delegazione di residenti lo dimostra”. La minoranza ha optato per una seduta aperta proprio per consentire che intervengano anche i cittadini. “Questo comunque è solo il primo passo- afferma Scala- il prossimo sarà la convocazione di un consiglio comunale ogni mese e mezzo”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com