Atletico Cimitile, in panchina arriva Muto. Il patron Felice: Promozione in tre anni

20140630_210216CIMITILE – (di Saverio Quatrano) Quello che si è appena concluso è stato un anno decisamente positivo nella cittadina delle basiliche: il Cimitile  ha raggiunto il quinto posto nel campionato di promozione e l’Atletico Cimitile ha vinto ai play off il campionato di seconda categoria, battendo in finale col punteggio di 2-1 il Centro Storico Avellino. Presidente dell’Atletico Cimitile è Gianfelice Gaetano, padre di Felice Gaetano che a soli 17 anni ha esordito nella prima squadra del Napoli nell’amichevole di Cesena dello scorso 14 agosto. Il numero 1 dell’Atletico ha scelto di proseguire il suo progetto con una programmazione di giovani , che deve portare la squadra  cimitilese a raggiungere la promozione in tre anni. Per il nuovo anno calcistico, il presidente ha ritenuto giusto affidare la panchina ad una allenatore esperto come Roberto Muto, ma la novità importante sta nel fatto che il tecnico Bozzoli che ha vinto il campionato di seconda categoriacontinuerà a far parte dello staff tecnico col ruolo di vice-allenatore.

Presidente, ci racconti com’è nato il progetto Atletico Cimitile.

“L’Atletico Cimitile è una mia creatura, ed è nata dal torneo locale “ Coppa San Felice “. Nella mia squadra svolgo sia il ruolo di presidente che di direttore sportivo , e cerco sempre di essere costantemente presente con i miei ragazzi. Il progetto è partito cercando di coinvolgere i giovani di Cimitile , e quest’anno abbiamo avuto la grande soddisfazione della promozione in prima categoria”.

La promozione di quest’anno è arrivata inaspettata o era l’obiettivo stagionale?

“La promozione ottenuta in questa stagione  è frutto di un lavoro iniziato lo scorso campionato. A metà campionato 2012/2013 chiamai in panchina mister Bozzoli, che portò la squadra a disputare la finale play off che purtroppo perdemmo. Da lì abbiamo iniziato un progetto che aveva come obiettivo quello della vittoria del campionato e attraverso i play off siamo riusciti a conquistare la prima categoria. Il merito di questa promozione lo vogliono condividere con tutti quelli che hanno fatto parte della famiglia dell’Atletico Cimitile, anche chi per motivi lavorativi è stato costretto ad andare via durante l’anno. Un ringraziamento particolare ci tengo a farlo a Ciccio Tanzillo, coordinatore del nostro gruppo. Sicuramente per raggiungere la promozione sono stati fondamentali gli acquisti del mercato di riparazione : per noi è stato un onore aver in rosa calciatori come Liparuli, De Capua e Castellano”.

Proiettiamoci alla prossima stagione , ha già deciso se riconfermare mister Bozzoli o affidarsi ad un nuovo tecnico?

“Per la nostra prima stagione in prima categoria, ho già scelto il nome del nuovo allenatore : a guidare l’Atletico Cimitile nella stagione 2014 /2015 sarà il tecnico di Marzano di Nola Roberto Muto, che sarà affiancato come allenatore in secondo da mister Bozzoli, colui che ha allenato l’Atletico nella stagione appena conclusa. Per il 75 % la squadra sarà riconfermata e prenderemo calciatori classe 94-95 , per poter costruire un progetto giovani di lunga durata. Non escludo però un paio di colpi importanti per la categoria. L’obiettivo in questa stagione è ottenere la salvezza tranquilla, e di centrare la promozione portando avanti un progetto triennale”.

La città di Cimitile può vantare diversi movimenti sportivi che vorranno allenarsi e giocare nello stadio Peluso. Pensa che ci saranno problemi nel trovare un accordo comune?

“Indubbiamente dobbiamo discutere con l’amministrazione comunale e con le altre associazioni sportive che vogliono usufruire del Peluso, per cercare di trovare un comune accordo. Personalmente mi aspetto più attenzione da parte dell’amministrazione verso tutti i movimenti sportivi del paese, ed in particolare che dimostrino un interesse maggiore verso le sorti dell’Ateltico Cimitile”.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online