Campioni, il sogno: ecco che fine hanno fatto i giocatori del Cervia

di Lawrence Miles e Salvatore Ioime (Maidirecalcio.com)

Che fine hanno fatto i protagonisti del reality “Campioni”? Alcuni hanno continuato a calcare i campi di Eccellenza e Serie D, altri hanno tentato il salto su palcoscenici più prestigiosi e, altri ancora, hanno optato per la vita da starlette televisive, sfruttando la grande risonanza mediatica che il programma diede loro.

A dieci anni dalla prima edizione del format televisivo, il “bomberino” ed idolo delle teen-ager Christian Giuffrida gioca ancora a pallone, ora come allora in Eccellenza. E dire che l’ex numero 11 del Cervia, nel 2005-06, era stato veramente vicino alla consacrazione, avendo giocato per un anno con il Bellinzona, formazione militante nella serie cadetta svizzera; l’esperienza all’estero è però negativa e Giuffrida, tornato in Italia, gira tanto fino a disputare la stagione scorsa tra le fila della Nuova Sorianese, squadra di Eccellenza di Soriano nel Cimino, nel viterbese. Lorenzo Spagnoli, uno di quelli che quella prima edizione la vinse, ha maturato un percorso diverso; dopo aver militato per anni nell’Imolese nel 2013 ne diventa presidente, dopo aver acquistato la quota di maggioranza del club; oggi prova a riportare la formazione di Imola agli antichi fasti, dopo aver raggiunto la promozione in Serie D al primo anno di presidenza. Cristian Arrieta, un altro che arrivò in fondo alla prima edizione, è tra tutti quello che ha calcato i palcoscenici più prestigiosi. Dal ritiro con l’Inter di Mancini, con tanto di presenza sia nel Trofeo Tim che in quello Moretti, alle numerose presenze in Serie B con il Lecce nel 2006-07, fino alla Major League Soccer statunitense con il Philadelphia Union; il tutto condito dalle 20 presenze e 5 reti con la nazionale di Porto Rico. Altri membri di quel prestigioso Cervia hanno invece appeso presto le scarpette la chiodo, preferendo la televisione ai campi di pallone; è il caso di Giorgio AlfieriManuel Paesani e Emanuele Morelli, tutti diventati “tronisti” nel celebre programma televisivo “Uomini e Donne”. Francesco Gullo, invece, ha iniziato a collaborare come opinionista con le emittenti locali Telelombardia ed Antenna 3, aprendo anche una scuola calcio. Anche il napoletano Claudio Moschino si è ritirato dal calcio ed ha aperto un negozio di abbigliamento a Napoli, mentre l’attaccante brasiliano  Mario Bordignon ora gioca in Promozione. Infine, Diego Armando Maradona Junior ha calcato i campi di periferia con le maglie di InternapoliQuarto, Boys CaivaneseForioArzanese finendo poi al San Giorgio. E’stato convocato, inoltre, dalla nazionale di beach soccer italiana vincendo anche un argento nel 2008.

Nessuno di loro ha veramente sfondato nel mondo del calcio, ma tutti hanno intrapreso percorsi calcistici differenti, togliendosi anche piccole soddisfazioni sportive. Il sogno di diventare un vero professionista è svanito, ma la passione per il calcio è rimasta intatta.

fonte:  https://www.maidirecalcio.com/2014/07/17/campioni-il-sogno-ecco-che-fine-hanno-fatto-i-giocatori-del-cervia.html

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online