Riunione da Paolo Russo e poi le dimissioni: a Marigliano 12 consiglieri mandano a casa il sindaco Sorrentino

Sebastiano Sorrentino

Sebastiano Sorrentino

MARIGLIANO- Dura appena quaranta giorni il mandato da sindaco del neo eletto Sebastiano Sorrentino. Dodici consiglieri ieri sera hanno rassegnato le dimissioni mandando a casa anzitempo l’amministrazione di centrosinistra che è nata già sotto una cattiva stella. Vinte le elezioni al ballottaggio, infatti, Sorrentino si ritrovava con una maggioranza di centrodestra (la cosiddetta “anatra zoppa”, espressione idiomatica di derivazione anglosassone che indica appunto le amministrazioni in cui alla guida di un partito-coalizione si contrappone una maggioranza consiliare diversa). Si prospetta dunque, dopo un periodo di commissariamento (l’ennesimo per Marigliano, il Comune più ‘commissariato’ della Provincia di Napoli), una nuova tornata elettorale. La decisione di rassegnare le dimissioni da parte dei dodici consiglieri è avvenuta presso lo studio di Paolo Russo, deputato forzista, a Nola.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online