Athletic Bilbao-Napoli 3-1: azzurri da horror in difesa ed eliminati

di Claudio Cafarelli (MaiDireCalcio.com)

Come l’Udinese e la Sampdoria negli ultimi anni, altra batosta per il calcio italiano. Il Napoli fallisce l’appuntamento ai playoff di Champions League e abbandona mestamente la competizione, relegandosi all’Europa League. Vanificati tutti gli sforzi della stagione scorsa, mentre l’Athletic Bilbao si regala un sogno e conquista i gironi dopo 16 anni di attesa. Un’eliminazione evitabile e arrivata per errori individuali degli azzurri che hanno spianato la strada ai baschi, colpiti dopo pochi minuti del secondo tempo dal destro di Marek Hamsik che è riuscito ad ammutolire un caldissimo San Mames, ma solo temporaneamente.

TANTI ERRORI – Benitez sceglie per l’occasione Ghoulam e Mertens rispetto alla sfida dell’andata, mentre i baschi confermano la formazione tipo e si affidano alla stellina Muniain. Il primo tempo è carico di tensione e il peso della partita condiziona ogni singola giocata da una parte e dall’altra. Ma se i baschi con l’intensità e la foga riescono a sopperire a tanti errori di impostazione, il Napoli fatica a ripartire e viene tradito da Mertens e Callejon, mai brillanti per tutta la partita. Il centrocampo azzurro fatica a fare gioco, soffrendo più del dovuto il pressing dei baschi, che sulle palle inattive prima con Gurpegi e poi con Laporte si rendono pericolosi. L’unico squillo del Napoli arriva da Higuain che in azione personale spaventa Iraizoz con un tiro dalla distanza. Athletic padrone del campo, Napoli che con sofferenza riesce a tenere.

HAMSIK ILLUDE, LA DIFESA REGALA – Nella seconda frazione il fulmine a ciel sereno di Marek Hamsik sembra spianare la strada verso la qualificazione. Lo slovacco al 46′ raccoglie una respinta corta della difesa e trova l’angolino destro, imparabile per Iraizoz. Per qualche minuto gli azzurri sembrano finalmente padroni del campo ma è proprio in vantaggio che la squadra si spacca. L’errore è dietro l’angolo e di nuovo su calcio d’angolo il Napoli concede troppo e viene punito. Aduriz sfrutta il blocco dei suoi compagni di squadra e sorprende i difensori azzurri, in primis Maggio, trovandosi tutto solo al centro dell’area e battendo Rafael. Ma il suicidio è in arrivo. Dopo 7 minuti su un lancio lungo, Albiol e Rafael si lasciano anticipare dall’attaccante servendo su un piatto d’argento il vantaggio ai baschi. L’Athletic sgonfio e spaesato dopo il gol a sorpresa di Hamsik, ringrazia e trova le forze per chiudere il discorso qualificazione, sempre con l’aiuto dei difensori azzurri.  Clamorosa dormita del Napoli con Aduriz che è in netto fuorigioco, ma lascia il pallone ad Ibai Gomez che sigla il terzo gol per i baschiNegli ultimi 10 minuti c’è tempo per la festa del San Mames e per l’onnipresente Aduriz di sprecare il quarto gol e la tripletta personale. Gli azzurri chiudono a testa bassa il match, con tanti punti interrogativi e con un evidente ridimensionamento delle proprie ambizioni.

Ecco di seguito il tabellino della gara:

Athletic Bilbao (4-2-3-1): Iraizoz; De Marcos, Gurpegi, Laporte, Balenziaga; Iturraspe, Rico; Susaeta (27′ st Lopez), Benat (13′ st Ibai Gomez), Muniain (40′ st San José); Aduriz. A disp.: Iago, Iraola, Etxeita, Moràn. All.: Valverde

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam (11′ st Britos); Gargano, Jorginho; Callejon, Hamsik (25′ st Insigne), Mertens (32′ st Zapata); Higuain. A disp.: Andujar, Zuniga, Henrique, Inler, Zapata. All.: Benitez

Arbitro: Cakir (Turchia)

Marcatori: 2′ st Hamsik (N), 16′ st e 24′ st Aduriz, 29′ st Gomez (A)

Ammoniti: Susaeta (A); Ghoulam, Higuain (N)

fonte: MaiDireCalcio.com

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online