Ex sindaco e primario dell’ospedale di Nola diffamato su Facebook, Ambrosio querela la checca bionda

Il falso profilo

Il falso profilo

SAN GIUSEPPE VESUVIANO- Il profilo, falso e pieno di insulti, era quello di tale Armando Bifulco. Soprannome, evidenziato tra parentesi, “la checca bionda”. Il bersaglio, politico e morale, l’ex sindaco ed attuale consigliere di minoranza a San Giuseppe Vesuviano, nonché primario dell’ospedale di Nola, Antonio Agostino Ambrosio. L’uomo politico e medico è diventato vittima di una ladro di identità, che ha preso le sue foto e le ha associate ad un profilo Facebook falso, infarcito di accuse e ingiurie. L’ex primo cittadino ha deciso così di correre ai ripari e lo scorso 31 luglio ha sporto querela contro ignoti. “Oggi- ha dichiarato- iniziano ufficialmente le indagini della Procura di Nola per assicurare alla giustizia lo zombie anonimo che usando illegalmente la mia foto è andato a fare il giro del web in maniera vergognosa e diffamatoria.Tra non molto la Polizia postale lo scoprirà e la giustizia farà il suo corso.Provo francamente più che disgusto, pena per questo imbecille che, in preda all’odio, commette reati per soddisfare le voglie insane di probabili ispiratori.Ovvio che appena lo scoveranno lo comunichero’ immediatamente a tutti.Mi sembra doveroso”. 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online