Finge rapina per non dare soldi all’amante, anziano di Nola nei guai

NOLA- Costretto a versare somme di denaro all’esigente e giovane amante, un 70enne di Polvica ha deciso di inventarsi una rapina per sfuggire al salasso. Peccato che a scoprire lo stratagemma messo in piedi per non dover versare soldi alla compagna siano stati i carabinieri che lo hanno denunciato per simulazione di reato.

 

I FATTI– Lo scorso 13 agosto un ultra 70enne, sposato, si è recato presso la stazione dei carabinieri di Nola raccontando di essere rimasto vittima di una rapina. L’anziano ha spiegato l’accaduto arricchendolo di minuziosi dettagli. Recatosi alla postazione bancomat di fronte il bar Opson, ha detto ai carabinieri che raccoglievano la sua denuncia, dopo avere prelevato 2mila euro era stato avvicinato da due giovani in scooter. I due lo avevano bastonato e rapinato della ingente somma, a lui non era rimasta altra scelta che denunciare tutto. Ma la versione dell’uomo non ha convinto i militari della Compagnia di Nola, diretta dal capitano Michele Capurso.

 

LA VERITA’- I carabinieri, insospettiti da alcune incongruenze, sono andati a fondo. Hanno verificato il conto corrente dell’anziano ed hanno scoperto che non avrebbe potuto prelevare 2mila euro in un’unica soluzione e che sul suo conto corrente non era registrato alcun movimento bancario. La zona in cui sarebbe avvenuta la rapina, poi, è trafficata e frequentata da tanti giovani e adulti, e dopo attenti riscontri  non è saltato fuori nessuno che, presente all’ora della presunta rapina, si fosse accorto di quanto stava avvenendo.

 

LA CONFESSIONE– Messo alle strette dai militari, l’anziano ha confessato. I duemila euro erano la somma che la donna con cui intratteneva una relazione extraconiugale gli aveva chiesto. Lui, non sapendole dire di no, aveva finto di avere effettuato il prelievo ma di essere stato rapinato, per giustificare all’amante perché non poteva più darglieli. La simulazione di reato gli è costata una denuncia e, chissà, qualche serio problema anche a casa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online