Ladro inseguito a nuoto da poliziotti dopo furto pc, preso e condannato ad un anno e 4 mesi

I pc rubati e nella cornice Giovanni De Liso

I pc rubati e nella cornice Giovanni De Liso

POZZUOLI- Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza Pozzuoli con la collaborazione degli agenti della Polizia Locale hanno arrestato Giovanni De Liso, di 34 anni, responsabile del reato di tentato furto aggravato.

Stanotte in via Fasano una pattuglia degli agenti della Polizia Locale, nell’orario di apertura del mercato ittico, ha notato che, in una scuola adiacente, vi erano alcune persone ed una macchina all’esterno. Proprio il conducente dell’autovettura, una Fiat Panda, ha ferito alla mano un agente della Polizia Locale con la stessa macchina per guadagnare la fuga.

A questo punto è sopraggiunta anche una volante del commissariato di Polizia entrata nella scuola per cercare di bloccare i ladri.

Dei cinque ladri De Liso è stato arrestato dopo un rocambolesco inseguimento cominciato proprio nel mercato ittico. Infatti l’uomo, entrato nel mercato, ha raggiunto il molo presente alle spalle nascondendosi tra le imbarcazioni ormeggiate e la scogliera.

Per rintracciarlo i poliziotti solo saliti su una barca perlustrando il molo e la scogliera. Avvistato, De Liso ha cominciato a nuotare verso gli ormeggi galleggianti inseguito dai poliziotti anche loro lanciatisi in acqua.

Ed è stato tra gli ormeggi galleggianti che il ladro è stato arrestato.

Poco prima l’uomo, insieme ad altri quattro complici, era entrato nell’istituto scolastico e, una volta forzate le porte d’ingresso di alcune aule di informatica con l’utilizzo di un piede di porco e di un cacciavite, stavano asportando 29 computer, 4 monitor, tastiere e cavi.

De Liso  è stato condannato alla pena di anni 1 e mesi 4 da scontare in regime degli arresti domiciliari, oltre al pagamento di 400 euro di ammenda.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com