Napoli-Paris Saint Germain 1-2: azzurri sconfitti e l’ex Cavani sommerso dai fischi

lavezzibenitezcavaniNapoli: Rafael (75′ Andujar), Maggio (66′ Mesto), Albiol (66′ Henrique), Koulibaly (46′ Ghoulam), Britos, Gargano (46′ Inler), Jorginho (66′ Dzemaili), Callejon (46′ Mertens), Hamsik (46′ Michu), Insigne (79′ Radosevic), Duvan (46′ Higuain). A disp. Colombo, Zuniga, Fernandez, Pandev, Vargas. All. Benitez

PSG: Sirigu (46′ Douchez), Aurier, Thiago Silva (13′ Marquinhos), David Luiz (78′ Van der Wiel), Maxwell (78′ Digne), Chantome (58′ Thiago Motta), Matuidi (71′ Bahebeck), Cabaye (58′ Verratti), Ongenda (55′ Pastore), Lavezzi (64′ Lucas), Cavani (46′ Ibrahimovic). All. Blanc

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori: 51′ Higuain, 55′ Ibrahimovic, 77′ Pastore

Doveva essere la serata di Lavezzi e Cavani, ex che hanno segnato la storia recente del Napoli. E’ stata la serata dei 50mila del San Paolo ma una passerella romantica e nostalgica si è trasformata soprattutto in fischi per l’attaccante dell’Uruguay e in applausi per il Pocho.

La partita offre spunti interessanti. Nel primo tempo il Napoli è compatto e chiude bene ogni spazio cercando sempre la ripartenza, ma il Paris Saint Germain nonostante l’infortunio occorso a Thiago Silva tiene bene. Partita di fatto bloccata con Hamsik che prova a dare una scossa dopo ben 40 minuti, ma Sirigu per ben due volte gli nega il gol. Rabbiosa reazione del PSG che si tramuta in una bordata di fischi per Cavani che cerca di portare l’assalto dei francesi e provoca i tifosi presenti allo stadio, rei di averlo pesantemente fischiato.  22 negli spogliatoi e Cavani che scuote la testa prima di lasciare il campo.

La ripresa inizia con Ibrahimovic al posto di Cavani, il Napoli manda in campo Ghoulam, Inler, Mertens, Michu e Higuain. Al 47’ grande staffilata dell’ex Swansea con Sirigu sempre sugli scudi. Il Pipita sembra già in forma e costruisce la ripartenza che porta in vantaggio gli azzurri. L’argentino serve Insigne che entra in area, tiro respinto da Sirigu, irrompe il Pipita che anticipa David Luiz e mette in rete.

Pochi minuti e Ibrahimovic pareggia. Cross dalla sinistra, Rafael respinge il pallone sui piedi di Zlatan che tutto solo non sbaglia. Girandola di cambi e Insigne sale in cattedra con un bel diagonale al volo che trova Douchez attento. Dall’altra parte Pastore prova l’assolo, salta facilmente Britos e deposita in rete. La differenza in campo si sente soprattutto nei campi, il Psg addormenta il match e conquista la vittoria.

Buona prova degli azzurri davanti ad una squadra avanti con la preparazione. Il PSG si aggiudica il trofeo Acqua Lete Cup, ma l’appuntamento è per il 19 contro il Bilbao.

fonte: MaiDireCalcio.com

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online