Bando sbagliato, salta il concorso per capo ragioneria del Comune di Nola

NOLA- Tutto da rifare per il concorso per la copertura del ruolo di dirigente della Ragioneria del Comune di Nola. L’ente di piazza Duomo ha infatti annullato la procedura concorsuale avviata nei mesi scorsi con delibera di giunta numero 86 firmata dal segretario generale, attualmente responsabile ad interim anche della programmazione economica, Giacinto Montazzoli. Resta così nuovamente al palo uno dei settori più importanti per una pubblica amministrazione, lo stesso retto a scavalco fino allo scorso anno dall’ex ragioniere Marotta oggi tornato definitivamente ad Avellino. Lo stesso finito nel mirino della Procura per il cosiddetto caso “Mandatopoli”.

Come chiarito nella deliberazione di giunta dello scorso 17 settembre sono venuti nuovamente a mancare i requisiti del bando di concorso, un bando che viene proposto dal 2011. Il problema sta nella richiesta, quele requisito curriculare dei partecipanti al concorso, del solo diploma di laurea in scienze politiche ed economiche. In realtà la procedura è in questo modo in contrasto con la legge 165 del 2001, perché l’accesso al concorso per il ruolo di ragioniere capo vale anche per chi ha laurea in economia e commercio, laurea equipollente per legge o che abbia “precise esperienze” o ancoa “anzianità di servizio”. Dopo il passo falso, si riparte con un nuovo bando di concorso per cercare di dare un vertice ad un settore cruciale.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online