Il Napoli torna alla vittoria: battuto il Sassuolo 0-1

fonte MaiDireCalcio.com

Un ottimo primo tempo ed una ripresa di sofferenza: così il Napoli riconquista la vittoria sul campo del Sassuolo provando a dare la giusta svolta ad un campionato iniziato decisamente male. 

La grinta del Pipita- Il Napoli parte subito con il solito possesso palla, ma il Sassuolo è schierato molto bene in campo ed i partenopei hanno difficoltà a trovare spazi tra le maglie neroverdi. I primi spunti degli uomini di Benitez arrivano sulle ripartenze: il Sassuolo prova ad attaccare sui calci da fermo ma il Napoli ne approfitta con Higuain, vero leader in campo, e Zuniga che ripartono a mille e si rendono pericolosi. Sul primo dei tanti contropiedi tentati dagli azzurri, Callejon viene imbeccato sulla destra e mette in mezzo un pallone che Hamsik non riesce a ribadire in rete. La catena di destra formata da Zuniga e Callejon fa impazzire Peluso e gli azzurri arrivano diverse volte sul fondo, senza però spaventare consigli. L’equilibrio del Napoli è quasi perfetto, con i centrali che tengono d’occhio Zaza e Britos bloccato su Floccari, ma Sansone può svariare e le sue invenzioni liberano qualche tiro dalla distanza, sempre però velleitario. Il muro del Sassuolo cede solo alla classe di Higuain: l’argentino prende palla sulla sinistra e fa partire un cross che pesca alla perfezione Callejon, il quale deve solo appoggiare in rete. Il Napoli, come spesso succede, tira il freno a mano ed i padroni di casa provano a rientrare in partita: la foga di Zaza viene, seppur a fatica, contenuta e qualche ripartenza avviata dal piede di Acerbi, autore di un ottimo primo tempo, viene disinnescata dai terzini partenopei. Il Napoli chiude la prima frazione in vantaggio ed ora tocca all’esperienza dei big riuscire a trascinare i compagni a controllare la voglia di rivalsa degli uomini di Di Francesco.

Sassuolo all’assalto- Si riparte con una partita molto ruvida, caratterizzata da diversi scontri a centro campo e della ruggine tra i giocatori più “focosi”. Nonostante il Sassuolo prenda man mano il campo, è il Napoli ad essere maggiormente pericoloso ancora una volta con Higuain, imbeccato da Callejon sul filo del fuorigioco ma troppo precipitoso nel calciare in porta. I partenopei peccano però i imprecisione sulla trequarti, sbagliando spesso l’ultimo passaggio e sprecando situazioni interessanti. Il Sassuolo ne approfitta per pungere con Zaza sempre bravo a combattere con i difensori centrali: su una sua sponda, il neo entrato Missiroli prova un destro a giro che sibila a lato di poco. Entra anche Pavoletti ed il potenziale offensivo dei padroni di casa aumenta, schiacciando il Napoli dietro. Proprio l’attaccante appena entrato fa tremare due volte Rafael ed in particolare, nella seconda occasione, colpisce di testa a lato dopo un’uscita troppo avventata dell’estremo difensore brasiliano. Gli azzurri rischiano tantissimo ed il Sassuolo va vicino al pareggio in ancora una volta con Peluso, il cui tiro deviato si stampa sulla traversa. Il Napoli gestisce malissimo le ripartenze concesse dagli avversari e deve soffrire fino all’ultimo minuto ma alla fine riesce a portare a casa tre preziosissimi punti.

PER LEGGERE LE PAGELLE CLICCA QUI

Sassuolo-Napoli 0-1  (28’Callejon)

SASSUOLO (4-3-1-2) Consigli, Gazzola (Vrsaljko), Acerbi, Cannavaro, Peluso, Brighi (Missiroli), Magnanelli, Taider, Floccari (Pavoletti), Zaza, Sansone

NAPOLI (4-2-3-1) Rafael; Zuniga, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano (Jorginho), David Lopez; Insigne, Hamsik (De Guzman), Callejon; Higuain (Zapata)

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com