Perseguita la ex che vuole divorzio, 32enne di Nola agli arresti

NOLA- Non si rassegnava alla fine del suo rapporto con la moglie, ormai diventata ex. Non accettava la separazione e per questo la perseguitava con telefonare, minacce, pedinamenti ed appostamenti. L’incubo di una 30enne di Nola è ora finito perché l’ex marito, 32enne, è stato arrestato e rinviato a giudizio. L’uomo, attualmente ai domiciliari, dovrà essere processato il 22 settembre dinanzi il tribunale di Nola. Secondo quanto scrive “Il Roma”, il protagonista di questa brutta vicenda è un operaio residente nella città dei gigli che si sta separando dalla consorte. L’uomo però non vorrebbe divorziare e per questo da mesi perseguita la moglie con minacce e molestie telefoniche. Una condotta che ha costretto la ragazza a restare tappata in casa per non vedersi piombare l’ex compagno davanti e non subire le solite insistenti richieste, le pressioni minacciose e le violenze. La donna lo ha denunciato e per questo è stato accusato di stalking; dopo l’allontanamento dalla casa comune, deciso dal tribunale, la situazione è diventata più grave perché ha nuovamente violato la misura ed è stato posto ai domiciliari. Oltre agli arresti è scattato anche il rinvio a giudizio.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online