Casamarciano apre le porte al benessere psicologico: convegno in Comune su minoranze e violenza

CASAMARCIANO- Anche Casamarciano aderisce alla Settimana del benessere psicologico in Campania ed apre le porte alla interessante iniziativa dell’Ordine degli Psicologi campani e dell’Anci della nostra regione. La “Settimana del Benessere” è iniziata lo scorso 17 novembre e si concluderà il 22 novembre, per Casamarciano l’evento clou si svolgerà presso l’aula consiliare il giorno 20 novembre alle 19. Il tema dell’incontro è “Esistenze trasparenti: le sfumature delle minoranze”: un excursus sugli aspetti salienti dell’appartenenza a minoranze sociali come i disabili, le vittime di violenza o le persone che hanno diversi orientamenti sessuali. Relatori sono la psicologa Rosa Perfido e la psicologa e psicoterapeuta Rossella Pirozzi. Altri appuntamento ci saranno a Tufino (21 novembre) e Roccarainola (22 novembre).

La “Settimana del benessere psicologico in Campania” è una manifestazione giunta alla sua V edizione e quest’anno darà vita a ben 300 convegni in tutta le province grazie alla rete di professionisti in sinergia coi sindaci delle comunità coinvolte. Gli incontri consentono una riflessione comune tra cittadini, psicologi e istituzioni sul concetto di benessere, di inclusione, di responsabilità, di partecipazione. Una opportunità di condivisione e approfondimento che garantisca anche una pausa dalle frenetiche attività quotidiane che spesso azzerano la possibilità di meditare sulla propria salute non solo fisica ma soprattutto mentale e su temi di grande interesse sociale come il bullismo, l’omofobia, la violenza domestica.

“Abbiamo accolto con grande interesse questa iniziativa- spiega il vicesindaco di Casamarciano Carmela De Stefano- ed aderito con entusiasmo. Il nostro Comune è da sempre attento alle problematiche delle fasce sociali più deboli, la “Settimana del Benessere psicologico” sarà una nuova importante occasione per discutere insieme dei problemi delle minoranze e di quelle esistenze trasparenti che invece dobbiamo con fermezza rendere visibili soprattutto agli occhi delle istituzioni”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online