Famiglie e aziende senza gas, a Sperone sindaco scrive al Garante

sperone_comune SPERONE- (di Bianca Bianco- Il Mattino)Cinquantasette famiglie e dieci aziende sono senza allaccio alla rete di distribuzione del gas. Da tre anni, nonostante le comunicazioni all’ente gestore Sidigas, nulla si muove. Questa situazione è stata illustrata ieri mattina dal sindaco di Sperone Marco Alaia che ha annunciato: “Chiederò un incontro in Prefettura ed invierò una nota all’Authority per chiedere che ai miei cittadini sia assicurato un loro diritto”. La società irpina rivendica però di avere sempre dato riscontro alle richieste del Comune di Sperone e di essere disposta ad un ulteriore incontro coi cittadini. Da circa tre anni, ha spiegato Alaia, i residenti di via Subaiano, via Carlo Marx e di Rione Ferrovia, quartieri centrali nei quali 57 nuclei familiari hanno chiesto all’amministrazione di intercedere con la Sidigas, gestore della rete di distribuzione, per ottenere l’auspicato allaccio delle loro abitazioni e così risolvere annosi disagi.  Disagi condivisi anche da dieci aziende dell’area industriale; gli imprenditori da due anni- sostiene Alaia- chiedono che anche la loro attività, che oggi richiede l’utilizzo di risorse esterne, vengano ‘normalizzate’ con un allaccio alla rete pubblica.  Per quanto riguarda l’area industriale, peraltro,  si è avuta una conferenza dei servizi nel 2012 durante la quale gli imprenditori hanno sottoscritto un verbale per ottenere il collegamento alla rete: “A fronte di un investimento di 130mila euro- dichiara Alaia- la Sidigas avrebbe ottenuto un guadagno di 300mila euro. Eppure nulla da allora si è mosso, e il risultato è che chi ha deciso di investire nella zona industriale di Sperone sta subendo un danno”.  Il sindaco ha inoltrato alla società con sede ad Avellino un’ulteriore nota chiedendo una risposta ufficiale che non è mai arrivata: “Per questo mi trovo costretto a seguire la strada della intransigenza. Andrò dal Prefetto di Avellino ed invierò una nota al Garante per l’energia elettrica ed il gas”. Sulla questione interviene la Sidigas attraverso Alessandro Iuppa: “Lungi da noi- spiega- porci in contrapposizione al Comune di Sperone, anzi recepiamo le istanze di chi pone un problema. Ma la nostra società ha sempre dato riscontro alle richieste dell’ente ed a quelle dei cittadini, tredici e non cinquantasette, e di due aziende che hanno chiesto l’allaccio. Abbiamo inoltrato un preventivo per l’ampliamento della rete senza ottenere risposta, abbiamo sinora agito nel rispetto della convenzione e dei diritti degli utenti, siamo comunque disponibili ad un ulteriore incontro con il sindaco e le persone coinvolte” .
Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com