Resta impigliata nella portiera della navetta, assurda morte di una studentessa nel campus di Fisciano

Francesca Bilotti in una foto pubblicata sul suo profilo Facebook

Francesca Bilotti in una foto pubblicata sul suo profilo Facebook

FISCIANO- Una studentessa universitaria di 23 anni è morta investita da un autobus all’interno del campus di Fisciano, a Salerno. L’episodio è avvenuto nei pressi del terminal bus. La vittima si chiamava Francesca Bilotti, originaria di Giffoni Valle Piana (Salerno), studentessa in Lingue e Culture Straniere.

Secondo quanto si è appreso, la ragazza è morta dopo essere rimasta impigliata nelle portiere dell’autobus della società di trasporti Sita nel momento in cui stava scendendo al terminal nel campus universitario di Fisciano. L’episodio è avvenuto poco prima delle 9.

Un’amica, che si trovava con la vittima, è svenuta. L’autobus è quello della linea Battipaglia-Olevano sul Tusciano. I carabinieri della compagnia di Fisciano hanno sequestrato il mezzo. La salma della ragazza è stata portata all’obitorio di Mercato San Severino. “E’ un evento drammatico – ha detto il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti – e un dolore difficile da spiegare a se stessi e ai familiari. Voglio andare dalla famiglia per testimoniare la mia vicinanza”.

Il profilo Facebook della vittima racconta di una ragazza solare, sempre sorridente e dinamica, che amava Frank Sinatra, Fedez, Clementino, Rocco Hunt, Jessie J., e aveva tante amiche con cui condividere momenti di spensieratezza, compleanni, e giornate al mare. Cordoglio anche da parte dello staff del Giffoni Experience dal momento che Francesca aveva lavorato per il Giffoni Film Festival. “Era una ragazza splendida – commenta con dolore il vicedirettore Antonia Grimaldi – con la quale è stato bello avere la possibilità di lavorare. Non ci sono parole per una tragedia come questa. Siamo rimasti tutti sgomenti e addolorati per la perdita che deve affrontare la famiglia”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online