Rischio Vesuvio, assessore Cosenza scrive al sindaco di Nola: informare cittadini su come comportarsi

NOLA- I Comuni rientranti nella zona rossa per il rischio vulcanico, tra i quali Nola, devono attivare le procedure per garantire ai cittadini le informazioni utili sul rischio eruzione e sul comportamento da adottare in caso di calamità, nelle more della redazione dei piani comunali di protezione civile. Lo scrive in una missiva inviata ai primi cittadini coinvolti Ministri (Boscoreale, Boscotrecase, Cercola, Ercolano, Massa di Somma, Napoli, Nola, Ottaviano, Palma Campania, Poggiomarino, Pollena Trocchia, Pomigliano d’Arco, Pompei, Portici, San Gennaro Vesuviano, San Giorgio a Cremano, San Giuseppe Vesuviano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant’Anastasia, Scafati, Somma Vesuviana, Terzigno, Torre Annunziata, Torre Del Greco, Trecase) l’assessore alla Protezione civile Edoardo Cosenza che ha pure chiarito le indicazioni da trasferire alla cittadinanza , ovvero la Regione gemellata, ossia il territorio che accoglierà gli abitanti del proprio Comune e quali e quanti sono i livelli di allerta, che dipendono dall’attività del Vesuvio. “Oggi siamo al livello base, il verde- spiega Cosenza-  Ve ne sono altri tre: il livello di attenzione, giallo, che viene deciso dal capo della Protezione civile; il livello di preallarme, arancione, che viene decretato dal presidente del Consiglio dei Ministri e fa scattare l’emergenza nazionale; il livello di allarme, rosso, che viene decretato dal presidente del Consiglio e fa scattare l’evacuazione obbligatoria della popolazione”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online