Commercio di auto sequestrate, 16 proprietari e custodi denunciati dai carabinieri

NAPOLI- Controlli dei carabinieri su veicoli sequestrati perché messi in circolazione senza copertura assicurativa e affidati ai proprietari, nominati custodi. Obiettivo dei militari dell’Arma era verificare se i proprietari osservavano gli obblighi di custodia dei loro mezzi. Nel corso delle verifiche, effettuate dai carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli, sono emersi reati e vari tipi e forme d’illegalità, che hanno portato alla denuncia di 16 persone. Agli indagati sono contestati la sottrazione mediante rottamazione di auto sottoposte a sequestro o falsità ideologiche in atto pubblico per la vendita a terzi di auto non più’ nella loro disponibilità. I controlli hanno consentito di accertare un mancato introito per l’erario di circa 20 mila euro, derivato dall’impossibilita’ di dare corso alla prevista confisca.

Tra i casi piu’ eclatanti, un incensurato 53enne che insieme a un pregiudicato 27enne di Napoli avevano venduto un autocarro iveco om 40 del quale erano custode e proprietario e un incensurato 37enne di Napoli che aveva venduto la propria renault scenic. Ma anche un incensurato 26enne di Napoli che aveva denunciato falsamente lo smarrimento delle targhe della sua smart for two per poi immatricolarla di nuovo e venderla e una pregiudicata 39enne e una incensurata 24enne di Napoli che avevano lasciato in luogo pubblico una fiat punto, consentendone -di fatto- il furto a opera di ignoti. Un pregiudicato 56enne di Napoli per poter demolire la sua fiat uno ne aveva denunciato falsamente lo smarrimento della carta di circolazione.

La circolazione con veicoli a motore sprovvisti di copertura assicurativa comporta la sanzione amministrativa da 841 a 3.366 euro (588,70 euro se viene pagata entro 5 gg) e la sanzione amministrativa accessoria del sequestro amministrativo, in vista della confisca se la multa non viene pagata. Tale sanzione è ridotta a un quarto quando l’assicurazione viene resa nuovamente operante nei 15 giorni successivi al termine della precedente polizza o quando l’interessato, entro 30 giorni dalla contestazione e previa autorizzazione dell’organo accertatore, provvede alla demolizione e alla radiazione del veicolo, previo versamento all’organo delle ffoo operante di una cauzione di 841 euro. Nell’ultimo caso l’importo della sanzione amministrativa è di 210,25 euro (ridotti a 147,18 se la cauzione viene versata entro 5 giorni dalla sanzione). Nel corso dei controlli e’ emerso che alcune persone ritengono più confacente alla loro situazione economica il circolare con mezzi vecchi, di scarso valore e non assicurati anziché assolvere agli obblighi di legge. Se “beccate” basterà loro rottamare il veicolo e pagare la sanzione di 147,18 euro anziché chiedere il dissequestro del mezzo, dissequestro ottenibile solo dopo aver pagato 841 o 588,70 euro e sottoscritto una polizza assicurativa della durata di almeno 6 mesi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online