Contrabbando, sequestrata una tonnellata di bionde: denunciato imprenditore

POMIGLIANO- La Guardia di finanza di Napoli ha intensificato i servizi tesi al contrasto del recrudescente  fenomeno del contrabbando di sigarette. L’ultima operazione  lo scorso weekend, quando finanzieri del nucleo polizia tributaria di Napoli, nella periferia a nord di Napoli, tra i comuni di Casalnuovo di Napoli e Pomigliano d’Arco, hanno sequestrato una tonnellata di tabacchi lavorati esteri di contrabbando, rinvenuta nella disponibilità di un imprenditore napoletano. Le sigarette prodotte in Italia ma provenienti dall’Ucraina, erano stipate a bordo di un furgone riportante le insegne di una nota società di spedizioni, pronte per essere consegnate ad operatori del mercato clandestino

partenopeo. Arrestato in flagranza di reato il responsabile dell’attività delittuosa e sottoposti a sequestro: quattro furgoni adibiti al trasporto del carico illegale, un’autovettura utilizzata come “staffetta” nonché l’immobile dove avveniva il notevole trasbordo delle bionde. Stimato in 100 mila euro il valore del prodotto sequestrato mentre 190 mila euro risultano i tributi doganali evasi.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online