Comune di Nola

Inchiesta Regi Lagni a Nola, Riesame dice sì a due arresti. Respinta richiesta per presidente Consiglio comunale

finanzanolacomuneNOLA – Il tribunale del Riesame di Napoli ha accolto la richiesta della Procura di Nola disponendo una richiesta di custodia cautelare ai domiciliari per Antonio Mauro e Antonio Mercogliano: il primo è un collaboratore della Sma Campania (società della Regione Campania che si occupa di assetto geologico e controllo degli incendi) mentre il secondo è un imprenditore. Secondo gli inquirenti alcuni appalti sarebbero stati concessi dalla Sma alla ditta Mercogliano per la pulizia di alvei, violando una serie di norme relative ad affidamento degli appalti e gestione dei rifiuti. Con lo stesso provvedimento il Riesame ha rigettato  la seconda richiesta di custodia cautelare contro Saverio Barone, attuale presidente del Consiglio Comunale di Nola. Secondo gli inquirenti Barone quando assessore alla Pubblica istruzione (nel 2013) avrebbe esercitato pressioni su un dirigente comunale per far affidare ad una cooperativa il servizio di doposcuola calcistico del Comune: operazione non riuscita per l’opposizione dello stesso dirigente comunale. Il Gup di Nola non intravedendo esigenze cautelari due mesi fa rigettò la richiesta di custodia per i 3 indagati. Contro quella decisione la Procura di Nola ha presentato appello al Riesame che ha quasi capovolto il verdetto del giudice bruniano disponendo la misura cautelare della detenzione domiciliare per Mauro e Mercogliano. Confermato invece il rigetto per Barone per carenza di gravi indizi di colpevolezza. L‘esecuzione delle misure disposte è sospesa fino alla decisione della Corte di Cassazione. 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com