Un brutto Nola regala la partita al Monte di Procida, calciatori sotto processo

MONTE DI PROCIDA–  (di Vincenzo Capezzuto). Nella prima domenica di avvento un Nola in vena di regali cede ad un non irresistibile Monte di Procida, portando a casa la prima sconfitta in campionato. Gara rocambolesca, con i bianconeri che dominano a tratti, riuscendo a portarsi in vantaggio nella ripresa, salvo poi crollare di schianto nel finale per ritrovarsi con in mano un pugno di mosche. Un Nola che, per l’ennesima volta, ha alternato momenti di gioco discreti ad altri di follia collettiva: dopo il vantaggio iniziale i bianconeri scompaiono dal campo e subiscono due reti in tre minuti; copione che si ripete nel finale con il Monte di Procida che ringrazia di tanta generosità e porta a casa la seconda vittoria stagionale. A fine gara volti scuri della dirigenza bianconera, situazione che non fa presagire nulla di buono. Con i termini del mercato di riparazione che si aprono a dicembre non è assolutamente da escludere un completo stravolgimento della rosa.

GARA DI MEZZA ESTATE. A guardare tabellino e marcatori, quella contro il Monte di Procida potrebbe sembrare la classica gara di fine stagione, di quelle che contano solo per le statistiche: difese allegre e ballerine, errori marchiani da ambo le parti, ritmi non elevati, gioco (si fa per dire) solo a tratti, e gol che si susseguono nel giro di pochi minuti e con bomber di giornata lo sconosciuto di turno (Coppola in questo caso), generalmente favorito da topiche imbarazzanti. Insomma, quelle partite prima del liberi tutti, quando con la testa (e pure con il fisico) si è già in vacanza. Solo la più classica delle gare di fine stagione potrebbe giustificare la sconfitta (con prestazione annessa ai limiti del paradossale) di un Nola a tratti imbarazzante, che è riuscito nell’impresa (perché di impresa si tratta) di regalare ad un modesto Monte di Procida la seconda vittoria in campionato. A prescindere da tutto, comunque, il problema del Nola sembra essere solo nella testa dei giocatori, a cui manca serenità e tranquillità e che, al primo momento di difficoltà sbagliano sistematicamente. Oltre ad un nuovo tecnico (e a numerosi rinforzi) la squadra ha urgente necessità di uno psicologo, ma di quelli bravi.

LA CRONACA. Primo quarto d’ora di gioco confusionario, da parte di entrambe le squadre. E’ comunque il Nola che prova a fare la partita e a passare in vantaggio al 21’ con una bordata su punizione di Sasso. Il gol però fa sbandare i bianconeri che subiscono un micidiale uno-due in meno di cinque minuti. Sono Tizzano prima e Massa poi ad approfittare della generosità della retroguardia dei bruniani, affondando il primo a destra e il secondo a sinistra senza trovare la minima opposizione.

Negli spogliatoi Acampora fa la voce grossa (le urla del tecnico arrivano fino in tribuna) e al rientro in campo c’è un Nola trasformato. Al 55’ ci pensa Dell’Anno (tra i migliori dei suoi) con una prodezza dai 35 metri a realizzare il pareggio. Tre minuti dopo è poi Zero di testa su azione d’angolo a completare il ribaltone. Il Monte di Procida prova a replicare, ma il Nola regge senza problemi la pressione dei locali, fino al 75’ quando Spirito si supera su una conclusione di Coppola. Il pericolo sventato invece di galvanizzare il Nola, lo affossa. E all’83 Coppola trova il pareggio per i locali approfittando della generosità della retroguardia dei bruniani. Nola allo sbando ma che abbozza una reazione con un’azione personale di Conte, la cui conclusione lambisce il palo alla sinistra di COstagliola. E’ un fuoco di paglia però, perché due minuti dopo ancora Coppola firma il quarto gol per i padroni di casa con la difesa dei bianconeri che gioca alle belle statuine. Passivo che sarebbe pure potuto essere più ampio con Pastore che al 90’ consegna la sfera a Tizzano che, stupito da cotanta generosità, si emozione e fallisce clamorosamente a tu per tu con Spirito. Poi il triplice fischio finale arriva come una liberazione.

MONTE DI PROCIDA 4

NOLA 3

MONTE DI PROCIDA: Costagliola E., Brusco (69’ Numerato), Rotta (59’ Caputo A.), Costagliola G., Borrino, D’Oriano, Massa, Caputo M., Tizzano, Lucignano, Mazzarella (75’ Coppola). All. Illiano

NOLA: Spirito, Manzo, Falco (79’ Addeo), Della Marca A. (88’ Porto), Zero, Pastore. Dell’Anno, Sasso, Di Biase, Della Marca G. (75’ Trinchese), Conte. All. Acampora

ARBITRO: Conte di Salerno

RETI: 21’ Sasso, 25’ Tizzano, 28’ Massa, 55’ Dell’Anno, 58’ Zero, 83’ e 85’ Coppola

NOTE: Spettatori 150 circa. Ammoniti Costagliola G., Massa, Della Marca G., Della Marca A., Falco. Allontanato il tecnico Acampora al 16’ per proteste. Recupero 1+4.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online