Accoltellò giovane che difese i genitori, arrestato il figlio di boss camorra

poliziaNAPOLI –  Nella tarda mattinata di oggi gli agenti della polizia di Stato di Napoli hanno arrestato, in esecuzione di un Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa da Francesco De Falco Giannone, gip del tribunale di Napoli, Gianpaolo Cardillo, 24 anni, ritenuto, unitamente al fratello Enzo, già sottoposto a fermo di indiziato di delitto lo scorso 30 dicembre e Fabio Fontanarosa, già fermato nella giornata antecedente, del tentato omicidio di Salvatore Vitiello, accoltellato per futili motivi (difese i genitori dopo un diverbio in strada)  il 27 dicembre scorso. Cardillo, sentendosi braccato si è presentato presso gli uffici di Polizia. L’uomo è figlio del più noto Salvatore Cardillo, alias “Beckenbauer”, elemento di spicco del clan camorristico “Teste Matte”, operante sui Quartieri Spagnoli, attualmente detenuto.  Il giovane, dalla ricostruzione degli eventi effettuata dalla squadra Mobile, e colui che materialmente avrebbe sferrato la coltellata nella violenta aggressione posta in essere nei confronti della famiglia Vitiello. L’uomo è stato condotto presso il carcere di Poggioreale.

 

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online