Camorra, sequestro milionario ad esponente del clan Amato-Pagano

carabinieri-antimafiaNAPOLI – I carabinieri del Nucleo Investigativo del gruppo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione alla misura di prevenzione del sequestro patrimoniale – emessa dal Tribunale di Napoli – Sezione per l’applicazione delle misure di prevenzione – nei confronti di Ciro Natale, 45enne, con precedenti penali, detenuto presso il carcere di Benevento, ritenuto affiliato al gruppo criminale Amato-Pagano, operante a Secondigliano e nell’area Nord del Comune di Napoli. Il sequestro dei beni si inserisce in un’ampia attività di indagine che nel novembre 2012 portò all’arresto di 48 persone in esecuzione di Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli su richiesta della locale Dda, per i reati di associazione di tipo mafioso, omicidio, traffico di stupefacenti e riciclaggio, aggravati dal metodo mafioso e dal carattere transnazionale, e che consentì di colpire duramente i clan Falanga, Di Gioia e degli scissionisti del clan Di Gioia di Torre del Greco, riscontrando altresì i collegamenti delle predette associazioni con la consorteria camorristica degli “Amato-Pagano” di Secondigliano, per l’approviggionamento di stupefacenti. L’attività odierna ha consentito di accertare la pericolosità sociale di Ciro Natale, e di come i beni a lui ed ai suoi familiari riconducibili, fossero il provento dell’attività illecita svolta soprattutto nel settore degli stupefacenti, di gran lunga superiori rispetto alle fonti reddituali lecite dello stesso Natale. Il provvedimento di sequestro ha permesso di sottrarre al patrimonio illecitamente accumulato dal noto esponente della camorra 2 immobili, un autovettura, un motociclo e 9 rapporti finanziari tra conti correnti, libretti postali, polizze assicurative e deposito titoli, per un valore complessivo di 1 milione e 500 mila euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online