Cicciano, assessore Casoria minaccia dimissioni: nomine servizio civile poco chiare, congelare bando

annalisacasoria2

Annalisa Casoria

CICCIANO- Una “bomba ad orologeria” nella maggioranza di Cicciano. Ad innescarla, con una missiva inviata anche al sindaco Raffaele Arvonio, è l’assessore alle Politiche sociali Annalisa Casoria che minaccia le dimissioni.

I motivi della rottura riguardano il recente bando per il servizio civile nazionale (progetto “In Comune con te”), la cui graduatoria – che ha ammesso 12 persone- è stata resa nota nel giorno della vigilia di Natale. Una graduatoria che ha insospettito Casoria, la quale scrive al sindaco: “, non posso fare a meno di evidenziare perplessità e sospetti che mi sono venuti nel leggere la graduatoria completa, perplessità e sospetti che sono stati rilevati e evidenziati, anche se in un incontro informale e non ufficiale, da altri componenti di giunta e del gruppo consiliare di maggioranza”. “La cosa che più mi ha insospettito- continua la missiva- è stata la pubblicazione della graduatoria definitiva con i 12 aventi diritto di accesso al sopracitato progetto “In Comune con te” il giorno 24/12/2014, giorno della vigilia del Santo Natale e portata a conoscenza della sottoscritta da un messaggio del sindaco”. Nessuna comunicazione invece dall’associazione titolare del progetto, la Gin Onlus.

Oltre lo sfogo, le richieste. L’assessore chiede infatti “se sono stati rispettati i criteri di selezione previsti nel Bando pubblico e quali sono stati i parametri di valutazione per i singoli partecipanti e come si è arrivati alla graduatoria finale, alla graduatoria degli esclusi e a quella degli ammessi”; inoltre consiglia di congelare la graduatoria degli ammessi, invitando il sindaco ad una “attenta riflessione”. La conclusione è significativa: “Se l’andazzo delle procedure dovesse continuare o perpetuarsi con gli stessi atteggiamenti, metodi, criteri e comportamenti per niente trasparenti, la sottoscritta immediatamente si dimetterà da assessore, rimettendo nelle mani del sindaco il mandato da lui ricevuto”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online