Furto di reperti archeologici per un valore di 1,6 milioni, 19 arresti

carabinieriCASERTA –  I carabinieri della stazione di Calvi Risorta unitamente a quelli della sezione tutela patrimonio culturale di Napoli, coordinati dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno sgominato un’associazione per delinquere finalizzata allo scavo illecito e al traffico internazionale di reperti provenienti dai piu’ importanti giacimenti archeologici campani: 19 arresti nelle province di Caserta, Napoli, Salerno, Frosinone e Latina. Recuperati oltre 1.500 reperti archeologici di diversa natura e datazione, nonché numerosi reperti contraffatti per un valore complessivo di 1,6 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online