Sprechi pubblici, a Roccarainola nel 2013 90mila euro per incarichi esterni

ROCCARAINOLA- (di Bianca Bianco) Cosa si acquista con 5,94 euro? Tante cose, immaginiamo. Questa è la cifra addebitata sulle spese del Comune di Roccarainola per l’acquisto di “derrate alimentari” nel 2014. In base al Codice Siope sulle spese della pubblica amministrazione, si tratta di alimenti per scuole, asili e strutture residenziali. Nel 2013, la spesa fu pari a zero. Nel 2014, il Comune ha sbordato quasi sei euro.  Posta questa curiosità, passiamo in rassegna tutte le spese che il Comune di Roccarainola si è accollato nel 2013 e nel 2014 per portare avanti la propria attività amministrativa. Con un occhio particolare agli sprechi.

Per carta, stampati e cancelleria nel 2014 a Roccarainola si sono spesi 26.052,73 euro, nel 2013 furono 30.537,84. Per carburante e combustibili quest’anno ha speso 9493 euro, molto meno rispetto ai 20mila euro del 2013, 7.384,98 euro per materiale informatico (poco meno dell’anno precedente) e 2.858,13 euro per giornali, riviste e pubblicazioni (neanche mille euro in più rispetto al 2013). Per la carta igienica si sfiorano 750 euro, davvero molto meno rispetto ai quasi 3mila euro di Cimitile.

SPORT- Se per la cultura, nonostante la biblioteca comunale, si spende poco, si è fatto un po’ di più per gli impianti sportivi (127mila euro per opere destinate alla manutenzione ed al miglioramento degli stessi). Una cifra nettamente superiore rispetto a quella per esempio impiegata dal confinante comune di Cicciano (nemmeno 6mila euro nella città del Palio).

PERSONALE– Quanto spende l’ente di piazza San Giovanni per il suo personale a tempo indeterminato è presto detto. In base al portale governativo soldipubblici.gov nel 2014 agli impiegati sono stati destinati 657.609,97 euro nel 2014, nel 2013 furono 867.116,52 euro. Ai dipendenti vanno anche 54.101,16 euro nel 2014 per competenze ed altre indennità accessorie e 7233 euro per lo straordinario elettorale (nel maggio 2014 a Rocca si è votato per il rinnovo del Consiglio comunale). Solo 148 euro invece la spesa per la formazione professionale (zero euro nel 2013), mentre 12mila euro sono andati agli incarichi professionali (17mila euro nel 2013). Per “buoni pasto e mensa” si sono elargiti nel 2014 9.586,72 euro. Per gli incarichi professionali esterni, nel 2014 il Comune ha speso appena 138,32 euro, ma nel 2013 con gli incarichi esterni si sono sfiorati i 90mila euro di spesa.

MANUTENZIONE E RIPARAZIONI– Spesso pesano molto sui bilanci dei piccoli comuni. A Roccarainola la manutenzione ordinaria degli automezzi è costata 42mila euro nel 2013 e quasi 18mila nel 2014. Le altre spese di manutenzione e riparazioni ammontano a 19mila euro, a fronte dei seimila dell’anno precedente.

BOLLETTE- Per telefono e connessione internet l’ente spende intorno ai 20mila euro (dati del 2013 e 2014); per il riscaldamento circa 79mila euro nel 2014 (135mila nel 2013), 68mila euro per l’energia (nel 2013 la bolletta per l’ energia sfiorò addirittura i 200mila euro).

INDENNITA’- Secondo quanto riporta soldipubblici.gov, nel 2014 la spesa per “gli organi istituzionali dell’ente – Indennità” ammonta nel 2014 a 69.839,84 euro. Nel 2013 ammontava a 89.505,30 euro. Per organismi e commissioni istituiti presso l’ente sono stati spesi  9.093,28 euro nel 2014, 15mila nel 2013.

Print Friendly, PDF & Email