Tributi e sprechi nelle amministrazioni, assessore Dell’Anno: a Cicciano nessun aumento

L'assessore Nicola Dell'Anno

L’assessore Nicola Dell’Anno

CICCIANO- Tariffe comunali invariate e riduzione e controllo della spesa pubblica. L’assessore al Bilancio Nicola Dell’Anno ‘difende’ l’operato della giunta Arvonio in materia di tributi e sprechi. E sottolinea: “Abbiamo operato bene”, per esempio in tema di contenimento della spesa: “Nel complesso l’azione dell’amministrazione Arvonio è stata diretta ad una riduzione e controllo della spesa pubblica- spiega Dell’Anno- cercando di rendere la stessa il più efficace possibile al fine di evitare l’innalzamento della fiscalità locale. Nel 2014 di fatto non è stato necessario procedere all’innalzamento delle tariffe comunali”.

In una inchiesta del giornalelocale, basata sui numeri forniti dal portale soldipubblici.gov (ecco il link: http://www.ilgiornalelocale.it/archives/36863), è emerso l’aumento dei costi riferiti ai contratti di servizio (da a 84mila euro a quasi 600mila euro in un anno). Un aspetto su cui Dell’Anno chiarisce: “ Questi dati non tengono conto che circa 900.000 euro sono pagamenti effettuati per far fronte al piano di rientro sottoscritto dall’amministrazione per debiti pregressi il 2013 per il servizio raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti. Il piano finanziario approvato in Consiglio Comunale per lo smaltimento dei rifiuti è pari a 1.700.000 euro per l’anno 2013 confermato anche per l’anno 2014 senza alcun aumento del costo del servizio”.
Nessuna stangata sui servizi, dunque? No, assicura l’assessore delegato al Bilancio: “L’obiettivo di questa amministrazione resta rendere la spesa pubblica il più efficiente possibile al fine di migliorare e dove possibile aumentare i servizi offerti alla cittadinanza. Per esempio, in merito alla Pubblica Istruzione, ci siamo impegnati a porre in essere tutti gli atti e le risorse finanziarie necessarie per garantire l’ampliamento del servizio di refezione scolastica anche agli alunni delle scuole elementari. Tale servizio sarà avviato nel primo periodo del 2015 con vantaggio dei cittadini interessati che potranno usufruire di un servizio a costo più basso. Rispetto ai contributi forniti alle scuole comunali, questa amministrazione sia per il 2013 che per il 2014 ha più che raddoppiato il contributo, giunto nel 2014 a 6mila euro”.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online