Un carro di Carnevale dedicato agli allagamenti, così Saviano fa ironia sull’emergenza

Il carro dell'associazione "O Tubbazzo" (fonte: sito della Fondazione)

Il carro dell’associazione “O Tubbazzo” (fonte: sito della Fondazione)

SAVIANO (Nello Lauro Il Mattino) – L’arma dell’ironia contro le emergenze. Una allegoria carnascialesca per ridere dei problemi della città. E’ questo lo spirito che ha mosso una delle associazioni che animano lo storico Carnevale di Saviano a dedicare un carro allegorico proprio all’emergenza che scatta nella cittadina del Nolano ad ogni pioggia leggermente più intensa del solito. Una problematica che fa scandalo e crea polemica nel Comune alle porte di Nola, ma può pure far sorridere a Carnevale quando, si sa, ogni scherzo vale. Tra i tredici carri che sfileranno a martedì grasso, il prossimo 17 febbraio, lungo il percorso storico della kermesse savianese, ci sarà anche la creazione dell’associazione “O Tubbazz” che ha ideato una animazione in cartapesta intitolata, ironicamente ma non troppo, “Si salvi chi può”. Il progetto firmato da Marco Ambrosino è stato approvato dalla Fondazione presieduta da Pasquale Napolitano che da anni organizza e tutela la manifestazione ed è stata inserita nella galleria di bozzetti di associazioni e rioni. Nella scena rappresentata c’è una barca che veleggia tra le onde sulla quale vigili urbani e pompieri si armeggiano attorniati da cittadini sovrastati da una figura imponente. Una trasfigurazione sopra le righe di quanto accaduto sino a poche settimane fa a Saviano dove gli allagamenti del centro urbano (in particolare via Torre e via Roma) sono frequenti ed hanno richiesto lo stanziamento di due milioni e mezzo di euro di fondi regionali, con decreto dello scorso 23 dicembre, per risolvere la piaga con un progetto di sistemazione e adeguamento della rete fognaria cittadina. A Saviano del resto il problema degli allagamenti è molto sentito anche alla luce di quanto avvenne nel duemilaundici quando a seguito delle forti piogge un lagno esondò in periferia a causa di un tappo di immondizia creato da decenni di sversamenti abusivi nei canali borbonici. Lo straripamento causò l’evacuazione di un intero quartiere. Di quel triste episodio e degli attuali problemi della città a Carnevale però si può anche ridere riflettendoci su. Ed è questo lo scopo ultimo dell’allegoria dell’associazione ‘O Tubbazzo, scuola di cartapestai nata nel 1992, che ha dato un senso allo spirito, irriverente e ridanciano, del Carnevale di Saviano.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online