Addio Alessandro, Nola e Casamarciano pronte per l’ultimo saluto

Alessandro De Rosa

Alessandro De Rosa

NOLA- Si svolgeranno domani, 5 febbraio, alle 10,30  i funerali di Alessandro De Rosa, il 21enne morto in seguito ad un incidente stradale avvenuto l’altra sera sulla provinciale che collega Caivano ad Acerra. Alessandro, ragazzo molto conosciuto a Nola ed a Casamarciano- paese di origine dei genitori- , sarà salutato presso la Parrocchia dell’Immacolata di Nola dove il corpo arriverà direttamente dall’ospedale in cui la sua salma è stata sinora. Il ventunenne, è stato accertato, è morto a causa delle profonde ferite riportate dopo che la sua auto, una Suzuky, si è ribaltata per cause da chiarire. Con lui viaggiava una ragazza 28enne rimasta ferita non in maniera grave.

 

La dinamica del sinistro in cui ha perso la vita è ora più chiara. Il giovanissimo era a bordo della sua Suzuky Splash quando, intorno alle 23,30, perde il controllo della vettura sul manto reso scivoloso dalla pioggia, sbanda, finisce contro un muro di contenimento, si ribalta due volte per finire la sua corsa venti metri più in là. Sul posto arrivano i sanitari del 118, avvisati da altri automobilisti: Alessandro viene trasportato presso la Clinica Villa dei Fiori dove spira tre ore dopo il ricovero, nonostante i ripetuti tentativi di rianimazione dei medici. La sua salma è stata poi trasferita al Secondo Policlinico per l’esecuzione dell’esame autoptico, mentre sul luogo dell’incidente i carabinieri di Castello di Cisterna hanno effettuato i rilievi necessari a comprendere la dinamica del nefasto episodio.

 

manifesto

Il manifesto funebre del giovane

A Nola e Casamarciano la commozione è grande per la prematura scomparsa di Alessandro, che tutti chiamavano scherzosamente ‘o biondo. Le due comunità si sono strette a papà Gennaro e mamma Angela Simonetti ed ai fratelli Francesco, Lucia e Tonia. Su Facebook sono tantissimi i ricordi dei coetanei e degli amici di Alex, amato perché simpatico e spontaneo, un ragazzo come tanti che amava divertirsi e che ha trovato una precoce e maledetta fine su una strada bagnata.

Print Friendly, PDF & Email