Camorra bruciò divise ed auto carabinieri: arresti dell’Antimafia

E’ in corso, dalle prime ore della mattinata odierna, una vasta operazione dei Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Caserta coordinati dalla DDA di Napoli, nelle provincie di Caserta, Napoli, Avellino, Frosinone, Alessandria, Perugia e Pordenone, con la quale si sta dando esecuzione a numerose ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di soggetti affiliati alle fazioni criminali “BIFONE” e “PETRUOLO”, per conto del più noto “clan BELFORTE” di Marcianise (CE). I reati contestati sono quelli di  associazione per delinquere di stampo mafioso, tentato omicidio, incendio doloso, porto abusivo di armi, usura, estorsione e spaccio di sostanze stupefacenti, tutti commessi con l’aggravante del metodo mafioso.

Tra i reati contestati agli arrestati, anche l’intimidazione nei confronti di due carabinieri, uno dei quali in servizio presso la Procura di Santa Maria Capua Vetere. Ad uno furono incendiate le divise, all’altro l’automobile.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online