Camorra, confiscati beni per 1,5 mln di euro a uomo dei Contini: per Fisco era nullatenente

NAPOLI- I Carabinieri del nucleo Investigativo di Napoli stanno eseguendo un Decreto di Confisca di beni mobili e immobili per un valore stimato 1,5 milioni di euro emesso dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea.
I beni sono riconducibili a un pregiudicato ritenuto contiguo al clan camorristico dei “Contini”, operante nel centro storico di Napoli, tratto in arresto dai CC nel 2012 e condannato in via definitiva per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti aggravata dall’ingente quantitativo e da finalità mafiose. Durante indagini patrimoniali i militari hanno documentato la sproporzione tra i redditi dichiarati dall’uomo e le sue possidenze (svariati appartamenti, rapporti bancari e auto) considerati acquistati con il ricavato di attività delittuosa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online