Casamarciano, il Comune bonifica area e intitola piazza al professor Angelillo

Angelillo_Bruno

Bruno Angelillo

CASAMARCIANO- Un’opera fondamentale per la vivibilità del paese ed una piazza dall’intitolazione illustre. La giornata di sabato 21 febbraio sarà doppiamente importante per il Comune di Casamarciano che in quella data inaugurerà la nuova piazza “Professor Bruno Angelillo” sotto cui sorge la vasca di contenimento realizzata per impedire gli allagamenti in via Trivio. Il taglio del nastro per questo doppio evento sarà affidato a Gaetano Manfredi, Magnifico Rettore dell’Università Federico II di Napoli.

La creazione della vasca di contenimento, accompagnata dalla completa bonifica dell’area adiacente, ha consentito all’amministrazione comunale di puntare sulla riqualificazione dell’intera zona; una riqualificazione che si concluderà con l’intitolazione dello slargo al professor Bruno Angelillo, luminare della Medicina legatissimo alle sue origini casamarcianesi.

Nato a Cremona il primo luglio del 1923, Angelillo,  nipote di Clemente che fu sindaco del paese dal 1872 al 1878, è stato uno dei precursori dell’Igiene come disciplina scientifica di cui era uno dei massimi esperti internazionali ed ha posto le basi per la realizzazioni del nuovo Policlinico di Napoli. Trasferitosi a Napoli nel 1956, insieme all’allora rettore Tesauro pose le basi per la progettazione e realizzazione del nuovo Policlinico. Componente del Consiglio Superiore di Sanità e presidente della Società italiana di Igiene, il professor Bruno Angelillo fu l’artefice dell’evoluzione di questo settore della medicina come disciplina, dando vita ad una vera e propria scuola scientifica che ha formato moltissimi allievi. Tra le onorificenze ottenute, la Medaglia d’oro al merito della Sanità Pubblica nel 1982 e la Medaglia d’oro ai Benemeriti della Scuola, della Cultura e delle Arti conferitagli nel 1987 dal presidente della repubblica. Dopo una vita spesa per la scienza e per aiutare i giovani colleghi, si spense il 28 febbraio del 1999 a Napoli.

Per ricordare il ruolo e l’impegno dell’illustre concittadino “onorario”l’amministrazione comunale, in accordo con il dottor Giuseppe Russo, nipote di Angelillo, svelerà una targa presso il nuovo slargo. Alla cerimonia, che inizierà presso l’aula consiliare alle ore 11, presenzieranno anche Italo Angelillo, professore ordinario di Igiene generale e applicata della Seconda Università di Napoli, Domenico Lombardi, professore associato di Chirurgia d’Urgenza all’Università di Salerno, Amelia La Rocca, preside del Liceo Albertini di Nola.

 

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online