Controlli sulle fabbriche, chiuso altro opificio fantasma nel Nolano

PALMA CAMPANIA- i carabinieri della locale stazione in collaborazione con personale della direzione territoriale del lavoro di Napoli, dell’asl- napoli/3 sud e della filiale Inps di Nola hanno svolto un servizio predisposto per contrastare il lavoro nero denunciando in stato di libertà per violazione a leggi a tutela dei lavoratori un 31enne del Bangladesh residente a Saviano. Il personale ha ispezionato l’opificio tessile dell’uomo in via Ferrari accertando l’impiego di un lavoratore straniero irregolare e “a nero”. L’attività, sprovvista dei requisiti di salubrità e sicurezza previsti per i luoghi di lavoro, è stata sospesa.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online