Ladri in Comune, Nola arruola la vigilanza contro i raid

NOLA- Dopo rubato, cancelli di ferro. Il motto popolare si adegua alla perfezione a quanto avvenuto al Comune di Nola, bersaglio dei ladri due settimane fa ed oggi pronto ad affidare ad un servizio di vigilanza la tutela degli uffici Anagrafe e Stato civile.

Nei giorni scorsi, il Municipio di piazza Duomo è finito nel mirino di ignoti che, senza alcuno sforzo ed eludendo le labili difese di sicurezza di Palazzo di città, sono riusciti a portar via circa 150 tessere di identità in bianco custodite nell’Anagrafe. Un raid che ha messo l’ente dinanzi l’evidenza: misure di controllo e sicurezza troppo scarse, il Comune è in fin dei conti una “groviera”.

Di qui il provvedimento con cui si corre ai ripari, mettendo la vigilanza privata a guardia dei due settori (anagrafe e stato civile) con radiocollegamentio e guardie giurate equipaggiate con armi e giubbotto antiproiettile per prevenire furti e vandalismi. Il servizio è stato affidato alla “SecurBull” di Sirignano  che provvederà alla vigilanza con ausilio di sistemi di sicurezza elettronici presso gli uffici,  passaggio diurno e notturno della autopattuglia tutti i giorni compresi i festivi,  intervento tempestivo della pattuglia con a bordo Guardie Particolari Giurate in caso di allarme generato dall’impianto di antifurto collegato alla centrale operativa dell’istituto di vigilanza presidiato 24 ore su 24,  impianto di allarme, radioallarme e teleallarme.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online