Sventata la compravendita di un bambino romeno di 8 anni: arrestate 8 persone

MESSINA – Trentamila euro per ‘acquistare’ un bimbo romeno. Il tentativo di ‘compravendita’ è stato scoperto dai Carabinieri del Comando Provinciale di Messina che all’alba hanno sventato lo ‘scambio’, notificato i provvedimenti di fermo emessi dalla Dda a sei italiani e due romeni, accusati di associazione per delinquere finalizzata alla riduzione in schiavitù. Tra i fermati c’è anche la coppia che avrebbe dovuto prendere in consegna il piccolo, un bambino romeno di 8 anni. Per evitare l’iter dell’adozione la coppia avrebbe appunto pagato 30mila euro all’organizzazione che avrebbe a sua volta ‘acquistato’ il bimbo nel Paese d’origine. La complessa e delicata indagine si è dipanata tra la Sicilia, la Toscana, dove uno dei fermati poteva vantare solidi appoggi, e la Romania. Gli 8 fermati si trovano ora tutti in carcere, in attesa di essere interrogati dal magistrato, mentre il bambino è stato preso in consegna dai militari dell’Arma.

Print Friendly, PDF & Email