Devastano autobus Anm, denunciati 5 teppisti: uno ha 13 anni

NAPOLI- Atti di vandalismo su autobus della Anm: carabinieri identificano 5 minori insospettabili di cui uno in eta’ non imputabile. Sono in 5. Sono minori, uno addirittura in eta’ non imputabile. Provengono da famiglie tranquille. Alle 19:30 di una buia serata invernale, quella del 20 febbraio scorso, invece di stare a studiare, fare sport, giocare o dedicarsi ad uno dei tanti possibili svaghi che può’ avere un ragazzo a quell’eta’, si muovono per le strade della citta’ come un”branco”:  la preda in questo caso un autobus del servizio di trasporto pubblico Anm momentaneamente in sosta nell’apposita area di stazionamento di via Argine. I cinque si guardano attorno, entrano nel veicolo spingendo con forza le porte idrauliche. Ridono, scherzano, sembra quasi vogliano dire: “Che possiamo fare?”. Vedono un estintore, lo prendono e cospargono di schiuma antincendio tutto l’autobus, rendendolo inservibile. E’ la descrizione di una scena chiaramente ripresa dalle telecamerine dei sistemi di videosorveglianza.
I carabinieri, intervenuti sul posto dopo il danneggiamento, hanno avviato una serie di indagini per ricostruire i fatti e identificare i responsabili attraverso l’attivazione di una capillare attività’ informativa e la visione delle immagini acquisite.
Tranne il 13enne non imputabile, gli altri quattro non sono più’ incensurati, i militari li hanno denunciati a  alla procura della repubblica presso il tribunale per i minorenni di Napoli perché’ ritenuti responsabili di concorso in danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio.
Intanto prosegue l’attivita’ di contrasto a fenomeni di questo tipo nell’ambito della collaborazione avviata tra l’Arma e il personale della Anm.

Print Friendly, PDF & Email



Utenti online

This site is protected by wp-copyrightpro.com